Sezioni

“CITabilitY”, giovedì 8 febbraio il secondo incontro pubblico

Il progetto per il progressivo superamento delle barriere architettoniche prosegue nella ‘settimana dell’amministrazione aperta’, che vede il Comune di Santarcangelo impegnato su diversi fronti

Prosegue con il secondo incontro pubblico aperto a tutti il progetto “CITabilitY Santarcangelo: una città per tutte le abilità”, che dà appuntamento giovedì 8 febbraio alle ore 18,30 ancora in biblioteca per un nuovo momento di riflessione progettuale dedicato all’individuazione di indirizzi, criteri, esperienze e prospettive per migliorare la funzionalità dello spazio urbano.

Anche questo secondo workshop prevede una breve presentazione sugli sviluppi del progetto, l’illustrazione delle domande guida, un confronto a piccoli gruppi e una sintesi delle convergenze e divergenze, con l’obiettivo di elaborare strategie per rendere lo spazio pubblico pedonale universalmente accessibile.

Il percorso partecipativo sull’accessibilità, ideato con l’obiettivo di fornire all’amministrazione comunale le linee guida per il progressivo superamento delle barriere architettoniche, ha preso avvio in dicembre con la convocazione del tavolo di negoziazione – una sorta di gruppo di coordinamento composto dai rappresentanti delle principali realtà organizzate attive sul territorio – a cui hanno partecipato i rappresentanti dell’Unione italiana per la lotta alla distrofia muscolare, dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti, delle istituzioni scolastiche, della Pro Loco, delle associazioni di volontariato e i volontari del Piedibus.

Dopo i focus group, le interviste e il sondaggio (tuttora in corso), il confronto si concentrerà sullo spazio urbano e sul livello di accessibilità dei principali percorsi pedonali, per poi mappare la situazione degli spostamenti casa/città definendo alcuni interventi per renderli più accessibili. La durata complessiva del progetto CITabilitY è di sei mesi.

“Il secondo incontro pubblico di CITabilitY arriva nel pieno della seconda ‘settimana dell’amministrazione aperta’ – spiega l’assessore alle Politiche per l’inclusione Pamela Fussi – indetta dal governo nazionale per sviluppare la cultura e la pratica della trasparenza e della partecipazione sia nelle amministrazioni pubbliche che nella società. In questi anni Santarcangelo ha fatto la sua parte con diversi percorsi di partecipazione, dal bilancio partecipato al forum del centro storico, da Fare Bene a CiViVo. Tra le iniziative più recenti – conclude l’assessore Fussi – oltre a CITabilitY c’è l’ingresso nel coordinamento provinciale di Itacà, festival del turismo responsabile al quale abbiamo partecipato già lo scorso anno e che nel 2018 sarà dedicato al tema dell’accessibilità universale”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/02/07 13:42:00 GMT+2 ultima modifica 2018-02-09T14:09:14+02:00