Sezioni

Il nuovo stradario comunale si adegua alle disposizioni Istat

Banche dati aggiornate anche in vista del passaggio di tutti i Comuni italiani all’Anagrafe nazionale della popolazione residente

La città di Santarcangelo ha un nuovo stradario comunale conforme alle disposizioni Istat che prevedono l’istituzione di un registro toponomastico unico a livello nazionale, l’Archivio nazionale dei numeri civici e delle strade urbane (Anncsu). Le operazioni di aggiornamento, particolarmente importanti anche in vista del passaggio all’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr), hanno impegnato gli uffici comunali per alcuni mesi al fine di correggere i disallineamenti riscontrati tra i dati catastali, comunali e di censimento. 

I servizi demografici e di pianificazione territoriale hanno quindi effettuato una ricognizione complessiva delle denominazioni delle vie esistenti sul territorio comunale, da cui è emersa la necessità di riallinearne all’incirca 200. Oltre alla corretta indicazione delle vie, lo stradario aggiornato e completo riporta l’inizio e la fine di ogni strada, nonché la località del territorio comunale in cui la stessa è collocata. Le strade vengono classificate anche in base alle loro caratteristiche costruttive, tecniche e funzionali, oltre che in riferimento al perimetro urbano ed extraurbano. Tutte le operazioni di trasmissione ed elaborazione degli stradari comunali e dei numeri civici sono effettuate utilizzando Sister, il Portale dei Comuni messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Secondo le regole di standardizzazione dell’Istituto nazionale di statistica, ciascuna denominazione dello stradario deve identificare in maniera inequivocabile la persona, la data o il luogo geografico a cui si riferisce. Quindi “via Lamarmora A.” diventa ad esempio “via Alfonso Lamarmora” (con il nome di battesimo scritto per esteso e a precedere il cognome), mentre “via Giovanni Paolo II” si scriverà “via Giovanni Paolo Secondo”.

L’amministrazione comunale dispone dunque di una banca dati aggiornata e standardizzata a cui d’ora in avanti potranno far riferimento cittadini e istituzioni pubbliche. Poiché le modifiche apportate sono in sostanza adeguamenti alla normativa vigente, non è necessaria alcuna rettifica degli indirizzi di residenza sui documenti di identità delle persone e neppure sostituire nell’immediato la relativa segnaletica stradale che potrà essere resa conforme al nuovo stradario quando si renderà necessario sostituire il cartello indicante la via.

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/07/14 14:25:00 GMT+2 ultima modifica 2018-07-12T10:54:53+02:00