Sezioni

Turismo, il sindaco Alice Parma: “Il sensibile aumento di arrivi e pernottamenti nel 2018 ha portato lavoro e ricchezza”

Presenze a quota 16.074 con un più 15,2 per cento rispetto al 2017, le permanenze notturne sono 28.474, in crescita del 22,6 per cento

I dati sul turismo 2018 confermano che Santarcangelo è una destinazione turistica di piccole-medie dimensioni di qualità e in costante crescita. “Un aumento del 15 per cento degli arrivi e addirittura di oltre il  22 per cento dei pernottamenti – commenta il sindaco Alice Parma – consolida non solo una percezione diffusa sul trend positivo del turismo santarcangiolese, ma è la migliore conferma di quanto emerso dalla ricerca presentata nello scorso mese di dicembre in occasione della conferenza sul turismo”.

Il quadro che emerge dalle statistiche pubblicate in questi giorni caratterizza sempre più Santarcangelo per un turismo destagionalizzato: arrivi e presenze sono distribuiti sull’intero anno con picchi di crescita che superano abbondantemente il 30 per cento nei mesi di aprile, maggio, agosto e settembre. In termini assoluti le presenze raggiungono quota 16.074, con un aumento del 15,2 per cento rispetto al 2017, mentre i pernottamenti passano da 23.231 a 28.474, facendo registrare un più 22,6 per cento. Dati ovviamente non paragonabili con i numeri delle località costiere, ma che nel contesto provinciale risaltano comunque in termini percentuali.

Il sensibile aumento i pernottamenti di turisti provenienti da alcune regioni del Nord Italia come la Lombardia – più 20,4 per cento – e dalla stessa Emilia-Romagna (più 22 per cento), è accompagnato da una significativa crescita di turisti stranieri, che salgono addirittura del  39,5 per cento se si considerano i Paesi dell’Unione Europea e del 30,5 per cento sul totale degli Stati esteri (portando a 5.828 il numero complessivo dei pernottamenti di stranieri).

“Questi dati particolarmente positivi si traducono in un aumento del numero di imprese, e quindi in maggiore occupazione e ricchezza, che valgono per il nostro territorio alcuni milioni di euro”, aggiunge il sindaco. “Di certo non siamo di fronte a un fenomeno momentaneo: le radici di questo successo, che premia innanzitutto la qualità, si ritrovano infatti nelle manifestazioni culturali di valore nazionale e internazionale, dal Festival del Teatro alle mostre di arte contemporanea ospitate al Musas, in una enogastronomia capace di rinnovarsi continuamente, negli eventi di grande richiamo come le Fiere d’Autunno, Calici di Stelle e il Capodanno in un km quadrato, nonché in una qualità della vita che finisce per diventare essa stessa un elemento di attrattività”.

Altri elementi che incidono positivamente si possono individuare in un’offerta turistica che – accanto a esercizi alberghieri di alto livello – ha visto crescere in maniera esponenziale il settore ricettivo extra-alberghiero, che oggi copre il 60 per cento dell’offerta essendo cresciuto negli ultimi anni del 130 per cento.

“Come è emerso dalla ricerca che abbiamo affidato al Centro di studi avanzati sul turismo dell’Università di Bologna – conclude il sindaco Parma – Santarcangelo con la sua storia e la sua posizione strategica può giocare un ruolo chiave nel processo di costruzione del prodotto Valmarecchia all’interno della Destinazione turistica Romagna, del network Cittaslow e del circuito delle Rocche e dei Castelli di Romagna”.

“Questi risultati rappresentano anche il migliore riconoscimento per la scelta di creare una struttura comunale dedicata esclusivamente alle tematiche turistiche” aggiunge l’assessore allo Sviluppo economico e turismo, Paola Donini. “Una struttura che in questi anni ha saputo coltivare un terreno fertile di relazioni e attività, incoraggiando gli imprenditori di Santarcangelo a scommettere sulla città in collaborazione con un ufficio Iat sempre più attivo e con associazioni come Pro Loco e Città Viva, che ci hanno supportati nello sviluppo di questa nuova economia. Non ultimo – conclude l’assessore Donini – abbiamo posto grande attenzione alla valorizzazione della città attraverso il decoro e la bellezza: un’attenzione importante, come dimostrano i numeri, perché Santarcangelo deve essere attraente e ospitale tutti i giorni affinché le imprese possano contare su un turismo destagionalizzato”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/02/13 16:00:00 GMT+1 ultima modifica 2019-02-13T15:58:50+01:00