Sezioni

Ritrovamento ordigno bellico

Domenica 29 luglio 2018 il disinnesco e la rimozione dell'ordigno bellico ritrovato in via del Grano (zona Gronda Est)

Comunicati stampa

Comunicato stampa di domenica 29 luglio 2018

Ordigno bellico in via del Grano, concluse con successo le operazioni di disinnesco

Il sindaco: “Grazie agli artificieri, alle istituzioni, a tutti coloro che hanno partecipato alle operazioni e ai cittadini per la collaborazione”

Si sono concluse con successo le operazioni di disinnesco dell'ordigno bellico ritrovato in via del Grano: dopo alcune ore necessarie alla messa in sicurezza dell’ordigno, dunque, tutti i residenti coinvolti sono potuti rientrare nelle proprie case.

“Il nostro ringraziamento va prima di tutto agli artificieri dell’8° Reggimento del genio guastatori paracadutisti ‘Folgore’ dell’Esercito – dichiara il sindaco Alice Parma – per aver portato a termine con grande professionalità il loro compito tutt’altro che semplice, mettendo in sicurezza l’area interessata dall’ordigno bellico. Al di là di qualche fisiologico disagio che cittadini e famiglie hanno dovuto sopportare nel trascorrere alcune ore fuori casa, infatti, le operazioni si sono svolte nel pieno rispetto della tabella di marcia, concludendosi intorno alle 12,45. Ringrazio tutti i cittadini per la collaborazione, in particolare chi ha dovuto assistere un familiare non autosufficiente, sottolineando il ruolo significativo svolto dai diversi punti di aggregazione attivati, a partire dal centro parrocchiale di ‘Giovanni Paolo II’ fino alla ‘Camminata in Wellness’ e all’attività motoria al parco Francolini. Esprimiamo la nostra più viva gratitudine anche nei confronti di chi ha contribuito alla piena riuscita di questa complessa e delicata operazione, attivando una rete di assistenza e solidarietà che anche in questa circostanza ha superato pienamente la prova. Grazie innanzitutto alla Prefettura per il coordinamento delle operazioni, alle forze dell’ordine e ai vigili del fuoco, alle associazioni di volontariato aderenti al coordinamento di Protezione civile della provincia di Rimini, all’Ausl Romagna e all’ospedale “Franchini”, alla Croce Rossa di Rimini e alla Croce Verde di Savignano, alla parrocchia di San Michele Arcangelo, agli scout e all’associazione “Beato Simone”, ai Comuni di Poggio Torriana e Rimini, alle aziende che hanno fornito gratuitamente i loro prodotti (Galvanina, Ramberti, Coldiretti, Elettrostar), alla polizia municipale, ai dipendenti dell’Unione Valmarecchia e del Comune di Santarcangelo, alla società Anthea nonché a tutti coloro che a diverso titolo – conclude il sindaco – hanno preso parte alle operazioni”.

Le operazioni per il disinnesco e la rimozione dell’ordigno bellico ritrovato in via del Grano hanno preso il via alle ore 7 di questa mattina (domenica 29 luglio), con l’attivazione dell’unità di crisi in Prefettura e il concentramento delle forze dell’ordine e dei mezzi di soccorso in piazza Ganganelli.

Dopo la completa evacuazione della zona rossa e la sospensione della circolazione in quella arancione – costantemente presidiate dalle forze dell’ordine con il supporto di un elicottero e di un drone in funzione antisciacallaggio – sono cominciate le operazioni di disinnesco, concluse intorno alle ore 12,45 rendendo quindi nuovamente accessibili entrambe le zone.

 

Aggiornamento di domenica 29 luglio 2018 - ore 12,45

Concluse con successo le operazioni di disinnesco dell'ordigno bellico: in corso la rimozione delle transenne per rendere nuovamente accessibili zone rossa e arancione.

 

Aggiornamento di domenica 29 luglio 2018 - ore 12

Procedono le operazioni di disinnesco dell'ordigno bellico ritrovato in via del Grano. Ancora in vigore le disposizioni per zone rossa e arancione, seguirà un nuovo aggiornamento intorno alle ore 13.

 

Aggiornamento di domenica 29 luglio 2018 - ore 11

In corso le operazioni di disinnesco dell'ordigno bellico ritrovato in via del Grano. Zona rossa completamente evacuata e circolazione sospesa nella zona arancione. Tutte le foto: bit.ly/2K633l8

 

Aggiornamento di domenica 29 luglio 2018 - ore 9

Al via le operazioni per il disinnesco e la rimozione dell’ordigno bellico ritrovato in via del Grano: nella foto il concentramento delle forze dell’ordine e dei mezzi di soccorso in piazza Ganganelli.

Raggruppamento Forze dell'ordine in piazza Ganganelli

 

Aggiornamento di sabato 28 luglio 2018

In vista dell’intervento per la rimozione e messa in sicurezza dell’ordigno bellico rinvenuto in via del Grano – programmato per la mattinata di domani (domenica 29 luglio) – la Questura di Rimini ha autorizzato l’utilizzo di un drone a supporto delle forze dell'ordine per la prevenzione di possibile eventi di sciacallaggio all’interno della zona rossa, per la quale è prevista l’evacuazione totale della popolazione.

Lo strumento utilizzato è un drone professionale in dotazione al Coordinamento provinciale della protezione civile volontaria di Rimini, solitamente utilizzato per operazioni di ricerca e soccorso. Il drone – pilotato da personale dedicato dotato di apposito patentino Enac – sarà operativo durante le operazioni di messa in sicurezza dell'ordigno (rispetto alle quali è esclusa qualunque interferenza), seguendo un’attività pianificata in accordo con il Centro operativo intercomunale.

 

Comunicato stampa di venerdì 27 luglio 2018

Domenica 29 luglio una giornata alternativa fra camminate, giochi e attività motorie per adulti e bambini

Diverse le proposte di intrattenimento per i cittadini che dovranno lasciare le proprie abitazioni in occasione della rimozione dell’ordigno bellico ritrovato in via del Grano
 
Domenica 29 luglio sono diverse le proposte di amministrazione comunale e associazioni sportive e di volontariato per far trascorrere una giornata alternativa ai cittadini che dovranno lasciare le proprie abitazioni in occasione della rimozione dell’ordigno bellico ritrovato in via del Grano.

Al centro parrocchiale “Giovanni Paolo II” (via Morigi 305, località San Bartolo) dove a partire dalle ore 7,00 sarà operativo un centro di accoglienza per persone non autosufficienti o che non hanno la possibilità di recarsi da parenti o amici: qui il gruppo Agesci Santarcangelo organizzerà giochi all’aperto per bambini e intrattenimento per anziani, a cominciare dalla classica partita a carte. Al centro parrocchiale saranno inoltre presenti associazioni cinofile che proporranno una serie di dimostrazioni con gli amici a quattro zampe rivolte ai più piccoli, mentre alle ore 11,30 chi lo desidera potrà anche partecipare alla Santa Messa.

Cammina in Wellness Santarcangelo organizza invece la “Camminata della bomba”: alle ore 8,30 dal Campo della Fiera partirà una camminata gratuita per raggiungere il parco della Cava di Poggio Torriana, a cura di Wellness Foundation, Technogym e Associazione Time to Move, in collaborazione con il centro sportivo RaMi Benessere e Sport. Un modo diverso e divertente per stare lontani dalle zone rossa e arancione – spiegano gli organizzatori su Facebook – svolgendo un’attività salutare per il corpo e la mente.

Anche al parco Francolini sarà presente un punto di aggregazione per giovani e famiglie che vorranno trascorrere una mattina in compagnia: dalle ore 9 fino alle 12 circa Seven Ars, in collaborazione con il gruppo “Bambini per sempre”, organizza attività sportive tra cui partite di pallavolo, pallacanestro e diverse attività motorie, oltre a un laboratorio di disegno a cura di Davide Sapigna.

Si ricorda che sul sito del Comune www.comune.santarcangelo.rn.it è possibile consultare tutte le informazioni e aggiornamenti in tempo reale sulle operazioni di rimozione dell’ordigno che si svolgeranno domenica prossima. Fino al 28 luglio è inoltre possibile chiedere informazioni all’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune (0541/356.356 – urp@comune.santarcangelo.rn.it), mentre domenica 29 sarà possibile chiedere informazioni ai numeri 0541/356263, 329/7505127 e 329/7505103 attivi presso l’Unità di crisi.

 

Comunicato stampa del 26 luglio 2018

Ordigno bellico: pronte le misure antisciacallaggio. Agenti della polizia municipale, volontari e forze dell'ordine vigileranno la zona rossa per tutto il tempo dell'evacuazione

Grazie alle particolari misure di polizia previste dalle Forze dell'ordine e dai volontari, la zona rossa interessata domenica dall'evacuazione per la rimozione dell'ordigno bellico ritrovato in via Del Grano a Santarcangelo di Romagna non resterà mai isolata. 26, complessivamente, gli agenti delle polizie municipali di Rimini e di Santarcangelo impegnati esclusivamente nel controllo del territorio interessato, circa 50 i volontari appositamente formati a supporto alle Forze dell'ordine. Ad essi si aggiungono i 20 equipaggi messi a disposizione dalle Forze dell'ordine.
“L'area interessata – spiegano le Amministrazioni comunali di Rimini e Santarcangelo – sarà costantemente sotto il controllo e il pattugliamento delle diverse Forze dell'ordine impegnate. Accanto agli interventi di gestione della circolazione e di supporto alla cittadinanza è stato predisposto uno specifico piano antisciacallaggio per il controllo di tutto il territorio interessato. Operazioni tese a garantire l'incolumità di case e proprietà di tutti i residenti coinvolti nelle operazioni, fino al loro ritorno a casa”.

 

Aggiornamento di mercoledì 25 luglio 2018

VIABILITÀ ALTERNATIVA CONSIGLIATA
Dalle ore 9,00 fino al termine delle operazioni (indicativamente alle ore 12) la via Emilia sarà dunque chiusa al traffico che sarà deviato sulla viabilità secondaria. Si consiglia pertanto a coloro che hanno la necessità di collegamento Nord–Sud (Cesena-Rimini), o viceversa, di percorrere via Santarcangelo-Bellaria (S.P. 13bis) fino a raggiungere la Strada Statale 16 (Adriatica).

In particolare, i percorsi alternativi consigliati per raggiungere le principali località, evitando le zone rossa e arancione dove appunto non si potrà circolare né a piedi né con mezzi, sono:

  • Per chi deve raggiungere Rimini provenendo dal centro di Santarcangelo e da Poggio Torriana, si consiglia di transitare lungo le vie Scalone, Trasversale Marecchia e Marecchiese, mentre coloro che vorranno raggiungere l’A14 (che non sarà interessata da alcuna restrizione) o dirigersi verso il mare, provenendo ad esempio da Poggio Torriana, potranno utilizzare le vie Cupa, Montevecchi e San Vito (esclusi i mezzi pesanti e i veicoli di altezza superiore ai tre metri).
  • Infine per chi proviene da Cesena e deve dirigersi verso Poggio Torriana/Verucchio, potrà percorrere le vie Andrea Costa, Cupa e Santarcangelese, esclusi i mezzi pesanti.

Aggiornamento di giovedì 19 luglio 2018 - ore 16,30

Procede il piano operativo in vista del disinnesco dell’ordigno bellico rinvenuto in un cantiere edile in via del Grano previsto per la mattina di domenica 29 luglio. Sul sito internet del Comune (www.comune.santarcangelo.rn.it) sono già disponibili l’elenco dettagliato delle vie che rientrano nella zona rossa e nella zona arancione e la mappa delle aree interessate dall’evacuazione e dal divieto di circolazione. ll Comune di Santarcangelo gestisce questa emergenza in coordinamento anche con il Comune di Rimini che pure ha predisposto l'elenco dettagliato delle vie interessate che sarà  disponibile all'indirizzo: www.comune.rimini.it.

Intanto nei prossimi giorni è prevista la distribuzione porta a porta presso tutte le abitazioni e le attività interessate di un volantino con tanto di indicazioni circa i comportamenti da tenere, gli orari di evacuazione e le limitazioni alla circolazione (alcune informazioni sono anche in lingua inglese, cinese e araba). A partire dalla prossima settimana all’interno delle aree interessate dalle operazioni verrà inoltre diffuso un messaggio sonoro tramite altoparlante per annunciare le modalità che si dovranno seguire per mettere in sicurezza l’area che si estende per un raggio di un chilometro e seicento metri dal punto di ritrovamento della bomba.

Nel frattempo è stato approntato un servizio di trasporto per disabili e anziani non autosufficienti e privi di assistenza famigliare, residenti all’interno della zona rossa. Per richiedere l’attivazione del servizio occorre prenotarsi telefonando al numero 0541/356.297.

Ulteriori elementi organizzativi riguardano l’Unità di crisi che verrà istituita domenica 29 luglio presso la Prefettura di Rimini, mentre presso il municipio di Santarcangelo sarà allestito un Punto operativo avanzato fino al termine delle operazioni degli artificieri. Nei prossimi giorni saranno rese note la viabilità alternativa consigliata e tutte le modifiche alle linee di Start Romagna.

 Comunicato di martedì 17 luglio 2018

Alcuni giorni fa in via del Grano – zona Gronda Est nel territorio comunale di Santarcangelo – durante i lavori di ampliamento dell’area artigianale è stato rinvenuto un ordigno bellico inesploso della Seconda guerra mondiale. Prefettura di Rimini, Forze dell’ordine, Protezione civile e Amministrazioni comunali di Santarcangelo e Rimini hanno quindi definito i criteri per la messa in sicurezza e la rimozione della bomba, programmate per la mattina di domenica 29 luglio.

Sono due le zone di rischio individuate dagli esperti: la zona rossa – considerata calcolando un raggio di 1,4 chilometri dal punto di rinvenimento – per la quale è prevista l’evacuazione totale; la zona arancione – con un raggio di 1,6 chilometri dal punto di rinvenimento – all’interno della quale non è previsto l’obbligo di evacuazione, ma il divieto di circolazione sia con mezzi che a piedi.

ZONA ROSSA – È obbligatoria l’evacuazione totale a partire dalle ore 7,00: entro le ore 9,00 residenti, operatori economici e chiunque altro non appartenente alle forze dell’ordine dovrà trovarsi al di fuori della zona rossa. Il rientro potrà avvenire al termine delle operazioni condotte dagli artificieri, indicativamente previsto per le ore 12,00. Tutte le attività economiche e ricettive, comprese quelle agricole, dovranno essere chiuse a partire dalle ore 7,00 fino al termine delle operazioni. 

ZONA ARANCIONE – All’interno della fascia compresa fra la zona rossa e quella arancione, l’evacuazione non è obbligatoria. I residenti potranno rimanere in casa con le finestre chiuse e le tapparelle abbassate, ma non potranno uscire all’esterno e circolare, né a piedi o con mezzi. La circolazione sarà infatti consentita solamente alle forze dell’ordine e al personale incaricato. Tutte le attività economiche dovranno rimanere chiuse al pubblico a partire dalle ore 7,00 fino al termine delle operazioni condotte dagli artificieri previsto per le ore 12,00 circa. È tuttavia consentito lo stazionamento all’interno dell’attività per l’eventuale riapertura una volta terminate le operazioni di messa in sicurezza dell’ordigno bellico (in tal caso la chiusura del locale dovrà avvenire prima delle ore 9, orario di inizio delle operazioni degli artificieri).

ULTERIORI DISPOSIZIONI

  • Attività economiche: clienti e fornitori andranno avvertiti in merito ai disagi che si potranno verificare.
  • Energia elettrica: entro un raggio di 500 metri dal punto di ritrovamento dell’ordigno sarà sospesa l’erogazione di energia elettrica, mentre i restanti servizi rimarranno in funzione. Enel informerà i titolari delle utenze interessate dall’interruzione della fornitura di energia elettrica.
  • Circolazione stradale: la circolazione nelle strade che rientrano nelle zone rossa e arancione sarà interrotta. Le forze dell’ordine e i volontari della Protezione civile presidieranno le chiusure. La sospensione del traffico è prevista anche per un tratto della via Emilia (in corso di definizione), mentre l’autostrada A14 non sarà interessata da alcuna restrizione.

UNITÀ DI CRISI
Il 29 luglio presso il Centro parrocchiale “Giovanni Paolo II” in località Sant’Agata (via Morigi 305), verrà costituita una Unità di crisi avanzata coordinata dal Prefetto di Rimini. L’Unità di crisi rimarrà operativa fino al termine delle operazioni.

CENTRI DI ACCOGLIENZA
1° Centro di accoglienza: presso il Centro parrocchiale “Giovanni Paolo II” in località Sant’Agata (via Morigi, 305) sarà allestito un Centro di accoglienza per persone non autosufficienti o che non hanno la possibilità di recarsi da parenti o amici. Il Centro sarà operativo a partire dalle ore 7 di domenica 29 luglio.
2° Centro di accoglienza: qualora il Centro parrocchiale risultasse insufficiente, sarà a disposizione il centro sportivo e sociale di Poggio Torriana in via Costa del Macello 6 (località Poggio Berni).

OSPEDALE FRANCHINI E CASA PROTETTA SUOR ANGELA MOLARI
Trovandosi ai margini della zona rossa, le due strutture non saranno evacuate.

ASSISTENZA DISABILI E ANZIANI
Servizio di trasporto: è previsto un servizio di trasporto per disabili e anziani non autosufficienti e privi di assistenza familiare residenti all’interno della zona rossa. Per richiedere l’attivazione del servizio occorre prenotarlo al numero 0541/356.297.

INFORMAZIONI
Fino al 28 luglio è possibile chiedere informazioni all’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune (0541/356.356 – urp@comune.santarcangelo.rn.it), mentre sul sito internet www.comune.santarcangelo.rn.it e sulla pagina Facebook del Comune di Santarcangelo saranno a disposizione l’elenco delle vie che rientrano nelle zone rossa e arancione oltre che tutti gli aggiornamenti.
Domenica 29 luglio sarà possibile chiedere informazioni ai numeri 329/7505127 – 329/7505103 attivi presso l’Unità di crisi.
Ulteriori informazioni e aggiornamenti saranno resi noti nei prossimi giorni.

L’ORDIGNO BELLICO
Si tratta di una bomba d’aereo americana della Seconda guerra mondiale di 500 libbre (oltre 200 kg), lunga un metro e trenta centimetri. L’ordigno dovrà essere privato delle spolette mediante tecniche di despolettamento a distanza e successivamente potrà essere rimosso e trasportato presso una cava dove verrà fatto brillare.


Modifiche ai trasporti pubblici

Comunicato stampa di Ferrovie dello Stato del 27 luglio

Domenica 29 luglio, dalle 10.30 per indicativamente due ore, sarà sospesa la circolazione ferroviaria fra Cesena e Rimini, sulla linea Bologna - Rimini.

Il provvedimento, disposto dalla Prefettura di Rimini, è necessario per consentire il disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto nel comune di Santarcangelo di Romagna in prossimità della sede ferroviaria.

Previste modifiche al servizio di alcuni treni regionali e a lunga percorrenza, con deviazioni, cancellazioni totali o parziali e allungamento dei tempi di viaggio.

L’orario previsto per il termine delle attività potrà essere anticipato o posticipato, in base all’effettivo completamento delle operazioni programmate. Per infomobilità in tempo reale consultare rfi.it.

Per maggiori informazioni e il dettaglio delle modifiche clicca qui

 

Comunicato di Start Romagna di mercoledì 25 luglio 2018

SANTARCANGELO - LINEE 9 - 90 - 166

Dalle ore 9.00 alle ore 12.30 di domenica 29 luglio

parte di Via Emilia viene chiusa al traffico per consentire la rimozione di un ordigno bellico, a seguire i percorsi alternativi:

Linea 9: limitata alla fermata di Via Emilia Fiera (fronte Fiera).

Linea 90: limitata a Stazione FS Santarcangelo.

Linea 166: limitata alla rotonda di Marini Cupa.

Per informazioni è possibile rivolgersi a Start Romagna attraverso i seguenti canali, attivi nei giorni feriali (lunedì-sabato) dalle ore 8.00 alle ore 19.00:

Infostart 199/115577
tariffa massima 0,1188 euro + iva al minuto da telefono fisso

Whatsapp servizio clienti 331/6566555


Le principali informazioni in inglese e francese

Sunday, July 29 is scheduled for the disengagement  and removal of  ‘war weapon’ found in Via del Grano (Gronda East Area). Operations will terminate/end at approximately 12.00.

Consult the list of ways below to know what to do:

- if you are in the ‘Red zone’,  total evacuation is mandatory/obligatory: no one must be inside the area from 9 am untill the end of the operations (about 12.00 pm);

- if you are in the ‘Orange zone’ you can stay indoors or in the house with windows and shutters lowered, but you cannot go outside or around, either on foot or by transport.

For more information: Contact Public Relations Office (phone 0541/356.356).


Dimanche 29 juillet est prévu le désamorçage et l'enlevement de  la bombe militaire retrouvée dans la rue del Grano (zone de Gronda Est).

Les opérations termineront vers 12h00.

Consultez la liste des zones puor savoir comment se comporter:

- si vous êtes dans la zone rouge  l'évacuation totale est obligatoire: personne ne doit être à l'intérieur de la zone depuis 9h00 jusq'ai la fin des operations;

- Si vous êtes dans la zone orange  vuos pouvez rester dans la maison avec les fenêtres et les volets abaissés, mais vous ne pouvez pas sortir ou circuler, ni à pied ni avec les moyens.

 Pour plus d'informations: Bureau Relations avec le Public (téléphone 0541 / 356.356).


Il volantino informativo

La mappa con l'elenco delle vie

L'ordinanza integrale di evacuazione

L'elenco delle vie interessate

Zona rossa - evacuazione totale

SP49bis Gronda
Via Alessandrini
Via Baldini
Via Bassi
Via Belli
Via Berlino
Via Bertozzi
Via Bornaccino
Via Borsellino
Via Braschi (dalla rotonda di via Bassi-via Pascoli fino all’incrocio con via Bologna)
Via Bruxelles
Via Budriolo
Via Ca’ Fabbri
Via Caduti in Guerra
Via Casale San Vito (da incrocio con via Regini fino al n.c. 796)
Via Casalegno
Via Ceccarino
Via dei Fiori
Via dei Mestieri
Via del Carpino
Via del Convento (da incrocio con via Gaiofana fino a incrocio con via Beato Pio Campidelli)
Via del Frumento
Via del Gelso
Via del Grano
Via del Lavoro
Via del Leccio
Via del Pino
Via del Progresso
Via del Salice
Via del Tiglio
Via dell’Acero
Via dell’Arte
Via dell’Artigianato
Via dell’Industria
Via dell’Olmo
Via dell’Orzo
Via della Cooperazione
Via della Libertà
Via della Quercia
Via Di Nanni (da rotonda con via della Resistenza fino al n.c. 27)
Via Don Giovanni Verità
Via Emilia (dalla rotonda di via Ugo Bassi-via Pascoli a via Dei Fiori)
Via Europa
Via Falcone
Via Ferrari
Via Fratelli Cervi
Via Gaiofana
Via Galliadi
Via Gronda Est
Via Gutenberg
Via I Maggio
Via La Torre
Via Labriola
Via Le Fosse
Via Lombardini
Via Madrid
Via Montalaccio
Via Morandi
Via Moro
Via Morvillo
Via Nicoletti
Via Nicoletti L.
Via Oberdan
Via Orsini
Via Ospedale
Via Panzacchi
Via Parigi
Via Pascoli (da rotonda di via Bassi fino a incrocio con via Celletta Roccari)
Via Patrignani
Via Pedrignone
Via Pedrizzo
Via Piadina
Via Regini
Via Reno
Via Roma
Via Ronchi (da incrocio con via Tosi fino a incrocio con via Calancone)
Via Rossa
Via Rughi
Via San Marino
Via Scalone (da incrocio con via Vecchia Marecchia al n.c. 35)
Via Secchia
Via Serra
Via Solferino
Via Talamello (da incrocio con via Regini fino al n.c. 137)
Via Terranova
Via Tosi (tratto compreso tra rotonda di via del Leccio e l’incrocio con via Ronchi; tratto compreso tra via Emilia e rotonda via del Leccio; tratto fra incrocio con viale Mazzini e la rotonda di via del Leccio; tratto compreso fra via Ronchi e il n.c. 462; tratto compreso fra i n.c. 756 e 484)
Via Trasv. Marecchia (dalla rotonda di via della Resistenza-via Di Nanni fino al n.c. 395)
Via Vecchia Emilia (tratto compreso tra incrocio con via del Convento e confine di Rimini)
Via Vecchia Marecchia
Via Villa
Viale Mazzini (lato Rimini del tratto compreso fra via De Gasperi e via Don Giovanni Verità)

Zona arancione - divieto di transito pedonale e carrabile

Piazza Carracci
Piazza Suor Angela Molari
Piazzale Esperanto
Via Beato Pio Campidelli
Via Bellini
Via Bologna
Via Braschi (da via Bologna fino a via De Garattoni)
Via Buonarroti
Via Cabina
Via Calancone (dall'incrocio con via Ronchi al n.c. 173)
Via Calatoio Ponte
Via Calatoio Savina
Via Carracci
Via Casale San Vito (dall'incrocio con via Vecchia Emilia al n.c. 902)
Via Casetti Pozzi
Via Celletta Roccari
Via Conca
Via Da Serravalle
Via De Gasperi (da viale Mazzini a via G. Faini)
Via del Convento (da via Vecchia Emilia a via Beato Pio Campidelli)
Via della Resistenza (dalla rotonda con via Di Nanni-via Bassi al primo ingresso del parcheggio degli impianti sportivi, lato via Togliatti)
Via Di Nanni (dal n.c. 1 al n.c. 23)
Via Felici (da via Bixio a via De Gasperi)
Via Ferrara
Via Ghetto di Casale
Via IV Novembre (da via Verdi fino a viale Mazzini)
Via Leoncavallo
Via Mascagni
Via Pascoli (da via Cavallotti a via Celletta Roccari)
Via Piave (dalla rotonda con via Di Nanni al parcheggio sterrato)
Via Puccini
Via Ronchi (dall'incrocio con via Calancone al n.c. 409)
Via Rossini
Via Sanzio
Via Savio
Via Scalone (dall'incrocio con via Trasv. Marecchia al n.c. 171)
Via Soardi
Via Talamello (dall'incrocio con via Soardi al n.c. 137 escluso)
Via Tevere
Via Tosi (da via Ronchi all’Hotel Verde Mare)
Via Trasv. Marecchia (dal n.c. 390 fino a via Scalone)
Via Vecchia Emilia (da Via Soardi fino al confine con Rimini)
Via Verdi (dall'incrocio di via IV Novembre all'incrocio con via Braschi)
Viale Mazzini (tratto compreso fra via De Gasperi e via Don Giovanni Verità – lato Cesena; tratto compreso fra via Don Giovanni Verità e via Bruno – ambo i lati)

 

Video informativo

 

FAQ - le domande più comuni

Per informazioni

Fino al 28 luglio è possibile chiedere informazioni all’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune (0541/356.356 – urp@comune.santarcangelo.rn.it).

Sul sito internet e sulla pagina Facebook del Comune di Santarcangelo saranno a disposizione tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

Domenica 29 luglio sarà possibile chiedere informazioni ai numeri 0541/356263 - 329/7505127 – 329/7505103 attivi presso il Punto operativo avanzato.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/19 12:46:00 GMT+2 ultima modifica 2018-10-15T17:08:08+02:00