Sezioni

Dichiarazione di nascita

responsabile del procedimento Piera Garattoni

Quando avviene una nascita è obbligatorio fare la dichiarazione di nascita per l'iscrizione del nuovo nato nel registro di stato civile e nell'anagrafe. La dichiarazione può essere fatta da uno dei genitori (se sono sposati), dal/i genitore/i che riconosce/riconoscono il figlio (se non sono sposati), da un procuratore speciale, dall'ostetrica o da altra persona che abbia assistito al parto:

  • entro 3 giorni presso il Centro Nascita dell'ospedale e/o casa di cura (il quale poi provvederà ad inviare il documento al Comune di residenza della madre);

oppure

  • entro 10 giorni presso l'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza della madre oppure in quello di nascita del bambino.

I giorni vanno contati a partire dal giorno successivo alla nascita; nel caso in cui il decimo o il terzo giorno cadano in un giorno festivo, la scadenza viene spostata di un giorno. Se la madre non ha la residenza in Italia si può chiedere che la nascita venga registrata nel Comune di residenza del padre.

Cosa fare

Sono necessari i seguenti documenti:

  • documento di identità
  • attestazione di nascita rilasciata dall'ostetrica al momento del parto.

La madre di età inferiore ai 16 anni non può riconoscere la nascita del figlio, lo potrà fare solo successivamente.

Riferimenti

D.P.R. 3/11/2000 n. 396 articoli 28 - 49
Titolo VII del Codice Civile

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/11/07 12:47:25 GMT+2 ultima modifica 2017-11-21T10:40:11+02:00