Sezioni

Donazione organi: la manifestazione di volontà con il rilascio della carta di identità

responsabili del procedimento Dolores Palazzi - Valeria Miele - Giulia Razzaboni - Federica Pesaresi

Donazione organi.jpg

 

Anche a Santarcangelo è ora possibile esprimersi in merito alla donazione degli organi e dei tessuti in fase di rilascio di una nuova carta di identità.

Grazie alla convenzione attivata dall'Amministrazione comunale con il Sistema informatico nazionale per i trapianti, i cittadini maggiorenni possono infatti esprimere la propria volontà ("Assenso al trapianto"; "Diniego al trapianto"; "Non risponde") al momento del rinnovo della carta di identità presso il Servizio Certificazioni anagrafiche.
È comunque sempre possibile cambiare idea, perché fa fede l’ultima dichiarazione resa in ordine di tempo.

Come esprimere la propria volontà

Al momento del rilascio della carta di identità, i cittadini maggiorenni possono manifestare la propria volontà sulla donazione di organi e tessuti.

Il Servizio Certificazioni anagrafiche invierà poi al Sit, il sistema informatico nazionale per i trapianti, la dichiarazione resa e sottoscritta dall'interessato. È comunque sempre possibile cambiare idea, perché fa fede l’ultima dichiarazione resa in ordine di tempo.

Per manifestare la propria volontà è inoltre possibile:

  • registrare la volontà presso l’Azienda Usl di riferimento con un apposito modulo. Queste dichiarazioni sono registrate direttamente nel Sistema informativo trapianti (SIT), il database del Centro nazionale trapianti, che è consultabile dai medici del coordinamento trapianti in modo sicuro, 24 ore su 24;
  • compilazione del “tesserino blu” del Ministero della Salute o del tesserino di una delle Associazioni del dono, che deve essere conservato insieme ai documenti personali;
  • qualunque dichiarazione scritta che contenga nome, cognome, data di nascita, dichiarazione di volontà (positiva o negativa), data e firma, anch’essa da conservare tra i documenti personali;
  • firma dell’atto olografo dell’AIDO (Associazione italiana donatori di organi, tessuti e cellule).

Il servizio sanitario regionale ricorda inoltre che è sempre bene informare i propri famigliari circa la propria scelta poiché, in caso di mancata volontà, i medici possono procedere al prelievo degli organi soltanto se i familiari non vi si oppongono, così come previsto dalla legge 91 del 1999.

Donazioni e trapianti in Emilia-Romagna

Per informazioni sulle donazioni e sui trapianti in Emilia-Romagna:

È anche possibile rivolgersi a:

  • CRT- ER Centro riferimento trapianti dell’Emilia-Romagna (Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola–Malpighi – tel. 051/2143665 – 2144708 – airtcrter@aosp.bo.it
  • Medico di famiglia
  • Ufficio relazioni con il pubblico dell’Azienda Usl di residenza
  • Sede AIDO provinciale (Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti, cellule)
  • Sede ADMO regionale o sezioni locali (Associazione donatori midollo osseo)

Allegati

Qui sotto è disponibile il depliant informativo relativo alla donazione organi.