Sezioni

Nidi d'infanzia comunali: tariffe

Le tariffe dei nidi d'infanzia per l'anno educativo 2018/2019 sono stabilite dalla delibera di Giunta n. 88 del 10/8/2018

Le rette

Per la frequenza deli nidi d'infanzia comunali "Rosaspina" e "La Mongolfiera" è previsto il pagamento di una retta mensile determinata per l’80% da una quota fissa che deve essere pagata indipendentemente dalla frequenza, mentre il restante 20% viene calcolato sulla base delle presenze giornaliere.

Prosecuzione frequenza bambini già iscritti - gli utenti il/la cui bambino/a ha già frequentato l’anno scolastico precedente, pagheranno la quota fissa dell’80% interamente fin dal mese di settembre.

Inserimento nuovi iscritti - fino a quando il bambino non partecipa al pasto, la quota fissa dovuta dell’80% viene calcolata a partire dal giorno di inizio inserimento programmato:

  • agli utenti, che per vari motivi (malattia o altro) non possono iniziare l’inserimento comunicato, verrà comunque applicata la quota fissa relativa alla data di inserimento programmata;
  • con l’inizio della partecipazione al pasto, alla quota fissa si somma la quota presenza giornaliera.

Le rette mensili in vigore per l'anno educativo 2018-2019 - stabilite dalla delibera di Giunta n. 88 del 10/8/2018 - sono le seguenti:

Fascia  Isee Tempo intero Part-time
inferiore o uguale a € 10.300,00  € 106,00 € 90,00
 da € 10.300,01 a € 15.450,00  € 200,00 € 170,00
 da € 15.450,01 a € 20.400,00  € 317,00 € 270,00
da € 20.400,01 a € 29.400,00  € 422,00  € 359,00
oltre € 29.400 e per chi non calcola l'Isee € 450,00 € 383,00
fuori Comune  € 476,00  € 405,00

Qualora in corso d'anno il bambino cambi residenza in un Comune diverso da Santarcangelo o dai Comuni dell'Unione Valmarecchia, la famiglia è tenuta a darne comunicazione all'Ufficio scuola e verrà comunque applicata la retta corrispondente alla fascia n. 6).

Riduzioni e quote agevolate

E’ inoltre prevista una quota agevolata pari a 50 euro riservata ai residenti che la richiedono (compilando apposito modulo) che hanno un Isee inferiore o uguale a 7.000 euro e alle strutture residenziali per minori riconosciute (istituzione o casa-famiglia) che hanno il bambino in affido. Tali benefici sono concedibili fino alla concorrenza massima complessiva di 20.000 euro.

Nel caso di frequenza nello stesso anno scolastico di due o più bambini facenti parte del medesimo nucleo familiare anagrafico, a partire dal secondo bambino/a si applicherà una riduzione del 30 per cento.

Responsabile del procedimento

Cinzia Casadei

Allegati e approfondimenti

Qui sotto trovi gli approfondimenti utili relativi al procedimento.