Sezioni

Imu e Tasi, dichiarazione

area tematica Tasse e tributi

Descrizione

La dichiarazione va presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello nel quale sono avvenute le variazioni. Il modello ministeriale per la dichiarazione IMU è valido anche come modello di dichiarazione TASI.

Si ricordano i principali casi per i quali è previsto l’obbligo dichiarativo (per le istruzioni clicca qui):

  • qualsiasi variazione in merito alle aree fabbricabili (compravendita, acquisto o perdita del diritto edificatorio, modifica del valore venale di riferimento, inizio o fine di intervento edilizio);
  • perdita o acquisto delle agevolazioni per conduzione diretta dei terreni agricoli;
  • inizio o conclusione locazione finanziaria di immobili (leasing);
  • acquisto o perdita del diritto reale di abitazione;
  • assegnazione/fine assegnazione della casa coniugale a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  • abitazione posseduta da membro delle forze armate equiparata all’abitazione principale anche in assenza di dimora abituale e residenza anagrafica;
  • fabbricati posseduti dall’impresa costruttrice, ultimati e destinati alla vendita (c.d. “beni merce”), non locati;
  • abitazioni concesse in comodato registrato a parente di primo grado (allegare copia del contratto di comodato);
  • fabbricati concessi in affitto a canone concordato (allegare copia del contratto di affitto).

    Nelle istruzioni ministeriali sono indicati tutti i casi nei quali non è più previsto l’obbligo di presentazione della dichiarazione.

Responsabili del procedimento

Omar Giorgi e Marisa Tonelli

Allegati

Qui sotto trovi gli approfondimenti utili relativi alla dichiarazione Imu e Tasi.