Sezioni

Cosap: canone di occupazione del suolo pubblico

Il versamento della Cosap è subordinata all'ottenimento dell'autorizzazione all'occupazione di suolo pubblico da parte del Comune

E' vietato occupare il suolo pubblico (oppure il suolo privato gravato da servitù di pubblico passaggio), nonché i relativi spazi sovrastanti o sottostanti, senza specifica autorizzazione comunale. Chiunque intenda occupare detti spazi (anche  solo temporaneamente) deve presentare apposita domanda al Comune, consegnata o spedita all'ufficio Protocollo.

Per l’occupazione da parte di soggetti che esercitino attività d’impresa la domanda va presentata presso lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) Valmarecchia su appositi modelli.

Come richiedere l'autorizzazione

Chi rilascia l'autorizzazione

L’eventuale autorizzazione verrà rilasciata dal Dirigente del Settore competente per materia, con indicazione della durata dell'occupazione, la misura dello spazio per cui è consentita l'occupazione, nonché delle eventuali condizioni alle quali è subordinata.

Versamento del canone

Qualora si sia ottenuta l’autorizzazione ad occupare il suolo pubblico è necessario provvedere al versamento del Canone di Occupazione Suolo Pubblico – COSAP per gli importi e alle scadenze indicate nella comunicazione dello stesso (per informazioni sul Canone è possibile contattare l’Ufficio Tributi.

E' prevista la possibilità (nel caso non sia stato tempestivamente versato il Canone alle prescritte scadenze) di regolarizzare spontaneamente la posizione effettuando versamenti a titolo di ravvedimento operoso comprensivi di canone, penalità ridotte ed interessi. Il Regolamento prevede che, qualora vengano effettuati pagamenti Cosap tardivi senza versamento delle penalità e degli interessi legali, siano applicate dal Comune penalità in misura maggiore attraverso successivo Avviso.

In ogni caso, qualora il pagamento del Canone non sia stato effettuato è applicabile da parte dell'Amministrazione la decadenza della concessione o dell'autorizzazione, nonché il mancato rilascio o rinnovo dell'autorizzazione/concessione, come stabilito da normativa in materia.
Nel caso di occupazione abusiva di suolo pubblico e/o di occupazione difforme dall’autorizzazione rilasciata, è prevista la rimozione dei materiali, il versamento del Canone di occupazione suolo pubblico dovuto e/o ulteriore e l’applicazione di sanzioni ai sensi delle vigenti disposizioni di legge e/o regolamento.

Responsabile del procedimento

Silvia Amadori

Allegati

Qui sotto sono disponibili la modulistica e gli allegati al procedimento.