Sezioni

Tassa sui rifiuti (TARI) - utenze domestiche

area tematica Tasse e tributi

Che cos'è

Chiunque possieda o detenga locali ed aree a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti è tenuto alla presentazione della dichiarazione TARI e al pagamento della relativa tassa.

Coloro che avevano già presentato la dichiarazione ai fini Tarsu o che avevano ricevuto un provvedimento di accertamento, non hanno un nuovo obbligo dichiarativo, qualora le condizioni siano rimaste invariate.

A decorrere dal 1° gennaio 2014 è stata istituita in tutti i Comuni la nuova Tassa sui Rifiuti (TARI), in sostituzione della Tassa per lo Smaltimento Rifiuti (ex Tarsu) che è rimasta in vigore fino al 2013.

Tempistiche

La dichiarazione TARI deve essere presentata entro 60 giorni dalla data in cui ha avuto inizio il possesso o la detenzione dei locali oppure dalla data in cui è avvenuta un’eventuale variazione (superficie, indirizzo, ecc.).

Il medesimo termine di 60 giorni vale anche qualora si verifichi la cessazione dell’occupazione o detenzione dei locali in precedenza dichiarati. Contestualmente alla cessazione della tassa sui rifiuti occorre riconsegnare la chiavetta per il conferimento dei rifiuti.

Modalità di calcolo e tariffe

Per quanto riguarda l’applicazione tariffaria, la Tari relativa alle utenze domestiche è modulata tenendo conto del numero dei componenti del nucleo familiare. Dove per nucleo familiare si intende quello risultante dagli archivi anagrafici.

Tuttavia, nel numero dei componenti andranno considerati, e dichiarati, anche quei soggetti che, pur non avendo la residenza anagrafica, risultano a tutti gli effetti dimoranti nell’abitazione stessa.

Le tariffe deliberate per il 2018 (le medesime degli anni 2015, 2016 e 2017) sono le seguenti:

Categoria Tariffa fissa
(€/mq)
Tariffa variabile
(€)
1 componente € 0,53    €   71,46
2 componenti  € 0,62    € 142,92
3 componenti € 0,69    € 183,11
4 componenti € 0,75    € 232,24
5 componenti  € 0,81    € 290,30
6 o più componenti  € 0,86    € 334,96

Delibera di Consiglio n. 49 del 23.7.2018 - Tassa sui rifiuti (Iuc-Tari): approvazione piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani e conferma tariffe tari per l’anno 2018

Riduzioni

Le utenze domestiche possono beneficiare di diverse riduzioni, che saranno concesse dall’anno successivo a quello di richiesta:
- 20% Abitazioni a disposizione
- 20% Residenti all’estero
- 30% Agricoltore

Qualora queste riduzioni fossero già state richieste gli scorsi anni per la 'vecchia' Tassa Rifiuti, saranno considerate valide anche per la nuova Tassa, in quanto compatibili. Alle abitazioni con unico occupante invece sarà applicata d’ufficio la categoria ad hoc, senza la necessità di richiedere alcuna agevolazione.

Altre riduzioni

  • Per conferimenti al Centro Ambiente, clicca qui
  • Per informazioni sulla possibilità di richiedere esenzioni/riduzioni, clicca qui
  • Per le abitazioni tenute a disposizione, d’ufficio sarà applicato un numero di componenti che tiene conto della seguente presunzione:
Da 0 a 45 mq 1 componente
Da 46 a 60 mq 2 componenti
Da 61 a 75 mq 3 componenti
Oltre 75 mq 4 componenti

Qualora ne sia stata fatta apposita richiesta, sarà applicata anche una riduzione del 20%.

Pagamenti e scadenze

Le scadenze per il pagamento saranno 16 settembre per la prima rata e 16 novembre per la seconda rata. Gli avvisi di pagamento saranno spediti direttamente dal Comune tramite comunicazioni per posta ordinaria.

A questi importi si aggiungerà un’addizionale pari al 5%, destinata alla Provincia.

Responsabili del procedimento

Daniela Rughi e Marisa Tonelli

Allegati

Qui sotto sono disponibili la modulistica e gli allegati al procedimento.