Sezioni

Pass disabili (permesso invalidi): contrassegno di sosta e circolazione

Il pass disabili (o pass invalidi) è rilasciato a persone con ridotte o impedite capacità di deambulazione (ai sensi dell'art. 381 del D.P.R. 495/1992)

Che cos'è

È un'autorizzazione che deve essere richiesta al Sindaco del proprio Comune di residenza da coloro che si trovano nella condizione di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta. È infatti previsto il rilascio di un contrassegno che consente la circolazione e la sosta dei veicoli, al servizio delle persone disabili, sul territorio nazionale e negli Stati membri dell'Unione Europea.

Nel caso in cui la certificazione medica riconosca l'esistenza delle condizioni di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta per un periodo limitato di tempo, il contrassegno è temporaneo. Nel caso sia permanente, il contrassegno ha validità quinquennale e deve comunque essere rinnovato alla scadenza.

L'autorizzazione può quindi essere permanente o temporanea, in relazione a quanto stabilito dal certificato rilasciato dall'ASL di appartenenza o dal verbale di Commissioni mediche che devono sempre attestare l'impedita o ridotta capacità deambulatoria ai sensi dell’art. 381 del DPR 495/1992.

Come si utilizza

Il pass consente la sosta e la circolazione su tutto il territorio nazionale e nei paesi dell'Unione Europea. Il contrassegno è strettamente personale, utilizzabile su più mezzi e va esposto in maniera visibile all'interno del veicolo: l’importante è che a bordo ci sia sempre l’invalido a cui è intestato.

Come ottenere il pass la prima volta

Per il rilascio del contrassegno è necessario che il disabile si presenti (o deleghi qualcuno) all’Ufficio relazioni con il pubblico con la seguente documentazione:

  • 2 fototessere recenti;
  • certificato rilasciato dall'ASL (per prenotare la visita è possibile contattare il Cuptel al numero 800/002255, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13);
  • oppure verbale di Commissioni mediche che attesti l'impedita o ridotta capacità deambulatoria;
  • 2 marche da bollo da 16 euro, solo se si tratta del rilascio di contrassegno temporaneo;
  • documento di identità valido.

Al momento della richiesta del contrassegno oppure del ritiro (generalmente dopo 2 giorni lavorativi), l’invalido dovrà essere identificato e dunque dovrà presentarsi all’Ufficio relazioni con il pubblico munito di documento di riconoscimento.

Come rinnovare il pass scaduto

Permesso che valeva 5 anni

È necessario che il disabile si presenti (o deleghi qualcuno), all’Ufficio relazioni con il pubblico con la seguente documentazione:

  • un certificato del medico di famiglia che attesti il persistere delle condizioni di deambulazione ridotta
    (è fondamentale che il certificato del medico riporti espressamente la seguente dicitura: “persistono le condizioni di deambulazione sensibilmente ridotta, attestate al momento del rilascio”);
  • 2 fototessere recenti;
  • documento di identità valido.

Permesso che valeva meno di 5 anni

È necessario rivolgersi nuovamente all’Azienda Usl, oppure presentare un nuovo verbale di Commissioni mediche che attesti le ridotte o impedite capacità di deambulazione.

Smarrimento o furto del contrassegno

L'invalido o altra persona da lui incaricata deve provvedere a denunciare il furto o lo smarrimento ai Carabinieri. Dopodiché viene seguita la stessa procedura prevista per il primo rilascio. Non è dunque necessaria la certificazione medica perché già presente agli atti dell’Ufficio relazioni con il pubblico, ma sono necessarie nuovamente 2 fototessere attuali e le eventuali 2 marche da bollo da 16 euro (solo se si tratta di contrassegno temporaneo).

Accesso alla Ztl con sistema di videosorveglianza

Come altre città italiane, Santarcangelo si è dotata di un sistema di controllo elettronico delle targhe dei veicoli in transito nella Zona a traffico limitato. Pertanto, per accedere con continuità nella Ztl occorre compilare il modulo allegato, comunicando fino ad un massimo di tre targhe.

Per l’accesso nelle Zone a traffico limitato di altri comuni italiani, si consiglia di prendere contatto con i rispettivi Comandi di Polizia Municipale al fine di poter comunicare preventivamente le targhe dei mezzi che accederanno in Ztl.

Costi

  • 2 marche da bollo da 16 euro solo per permessi con validità minore di 5 anni, o comunque laddove sul certificato medico è prevista “revisione”

Allegati

Qui sotto trovi la modulistica relativa al procedimento.