Sezioni

Lotta alla Processionaria del pino, trattati 121 alberature pubbliche

Anche i cittadini sono invitati a fare i trattamenti preventivi sulle alberatura di proprietà

Nei giorni scorsi il Comune di Santarcangelo ha provveduto al trattamento preventivo di endoterapia per infusione di 121 alberature pubbliche, comprese in aree pubbliche, centro sportivo e scuole, per il contrasto alla proliferazione della processionaria del pino e cedri.

Il sistema utilizzato prevede l’inserimento di capsule speciali in cui si inietta il prodotto insetticida con solventi specifici.

Anche i cittadini sono invitati a fare i trattamenti preventivi di lotta alla processionaria sulle alberature di loro proprietà, in particolari sui pini e cedri, per non vanificare la profilassi effettuata, così come peraltro richiesto dalla normativa vigente a livello nazionale (Decreto Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali del 30.10.2007) e locale (Ordinanza sindacale n. 130 del 19.12.2016). Il periodo ideale per i trattamenti è fra dicembre e gennaio quando la linfa delle alberature è meno fluida.

Dal mese di febbraio i privati che non hanno effettuato trattamenti preventivi durante l’inverno, sono dunque tenuti a rimuovere meccanicamente i nidi, tramite ditte specializzate, tagliando i rami infestanti e smaltendo correttamente i rifiuti, poiché tale insetto quando scende a terra può provocare gravi reazioni allergiche e infiammatorie sia negli animali sia nell’uomo. 

Chiunque riscontrasse la presenza di nidi o di larve può comunque segnalarlo allo Sportello al Cittadino. Per maggiori informazioni sulla lotta alla processionaria del pino e cedri è inoltre possibile consultare la scheda dedicata all’indirizzo www.comune.santarcangelo.rn.it/servizi/ambiente/disinfestazione/processionaria-del-pino-come-combatterla.

Azioni sul documento

pubblicato il 2023/01/19 12:37:23 GMT+2 ultima modifica 2023-01-19T12:37:23+02:00