Sezioni

Centri estivi, dal Comune un aiuto ai gestori privati per sostenere i costi dell’emergenza sanitaria

Stanziati 45mila euro: dal 28 settembre al 10 ottobre le richieste di contributo online

Ammontano a poco meno di 45mila euro i fondi stanziati dall’Amministrazione comunale a sostegno dei gestori privati accreditati che nei mesi da giugno e settembre 2020 hanno realizzato i centri estivi per bambini e ragazzi da 3 ai 14.

L’obiettivo del contributo è quello di sostenere economicamente i gestori che, oltre al potenziamento dei servizi e all’ampliamento dell’offerta, quest’anno hanno dovuto affrontare ulteriori costi per adattare i progetti educativi e riorganizzare personale e strutture sulla base delle disposizioni per il contrasto alla diffusione del Covid-19.

Il bando è quindi è destinato alle strutture che hanno inviato al Comune di Santarcangelo la dichiarazione del possesso dei requisiti e il progetto organizzativo per la prevenzione del rischio Covid-19 come previsto dalle normative regionali. Il contributo può essere richiesto dal 28 settembre al 10 ottobre direttamente online all’indirizzo www.comune.santarcangelo.rn.it/servizi/scuola/contributi-ai-gestori-di-centri-estivi-anno-2020.

Al singolo gestore verrà concesso un contributo distribuito proporzionalmente in relazione alle giornate di frequenza dell’utenza effettuate e, per un importo massimo di 2mila euro, in relazione alle spese sostenute per la sanificazione dei locali, le misure di profilassi e prevenzione adottate.

“Quest’anno i centri estivi hanno avuto un ruolo ancor più importante per le famiglie – afferma l’assessora alla Scuola e ai Servizi educativi Angela Garattoni – poiché, dopo i mesi di lockdown e di chiusura delle scuole per l’emergenza sanitaria, hanno offerto a bambini e ragazzi un’occasione di socialità e, allo stesso tempo, hanno dato un grande contributo per la conciliazione dei tempi tra lavoro e famiglia ai genitori. Allo stesso tempo i gestori hanno dovuto programmare e predisporre un servizio che ha causato loro un notevole aumento dei costi, per questa ragione abbiamo deciso di sostenere economicamente un servizio così essenziale per le famiglie. Questa misura, prevista dal “decreto Rilancio”, si aggiunge ai 50mila euro di contributi dell’Amministrazione comunale già destinati direttamente alle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/09/28 13:00:00 GMT+1 ultima modifica 2020-09-28T13:04:22+01:00