Sezioni

Comunicare l’Europa: fra realtà, realtà percepita e fake news

Al via il 18 novembre l’iniziativa organizzata dal Comune con il sostegno della Regione. Ospiti del primo appuntamento Elly Schlein e il giornalista Gigi Riva

Una ricerca su cosa pensano i santarcangiolesi dell’Europa, due conferenze pubbliche, un laboratorio teatrale con gli studenti e una piccola pubblicazione: prende il via il 18 novembre “Comunicare l’Europa: fra realtà, realtà percepita e fake news”, l’iniziativa promossa dal Comune di Santarcangelo con il sostegno economico della Regione Emilia Romagna nell’ambito del Bando “Cittadinanza Europea 2019”.

A fronte dei diversi fattori che stanno mettendo sempre in discussione il progetto dell’Unione Europea - la Brexit, i movimenti anti-europeisti e populisti, la difficile gestione dei flussi migratori, la ridefinizione degli accordi che hanno governato gli scambi internazionali per decenni (la cosiddetta guerra dei dazi) - emerge sempre più evidente la necessità di coinvolgere i cittadini europei.

In questo scenario, di grandi cambiamenti e profonde incertezze, risulta fondamentale rilanciare il progetto di una Unione Politica Europea. Una Unione rinnovata in grado di definire una nuova “agenda delle politiche” al centro delle quali ci siano i diritti dei cittadini, ma anche la cura della loro identità e del senso di comunità, la solidarietà e la coesione, oltre ai temi legati allo sviluppo economico e all’innovazione. In tale contesto, è fondamentale rafforzare il ruolo e la partecipazione dei territori ai processi decisionali europei, anche attraverso un coinvolgimento più diretto, informato e consapevole dei cittadini.

È in questo contesto che si inserisce il progetto “Comunicare l’Europa” che attraverso un sondaggio ha chiesto ai santarcangiolesi che opinione hanno sull’Europa. A presentare la ricerca nella prima delle due conferenze dal titolo “L’Unione europea dalla parte dei cittadini: analisi e idee per una nuova narrazione” (lunedì 18 novembre ore 21 alla biblioteca Baldini) ci penserà Primo Silvestri della società di ricerca Finproject. Dopo l’intervento di apertura della sindaca Alice Parma, ne parleranno Gigi Riva editorialista del Gruppo L’Espresso ed Elly Schlein, già Europarlamentare.

“La narrazione dell’Unione Europea tra realtà, realtà percepita dai cittadini e fake news” è invece il tema del secondo appuntamento che vedrà dialogare Massimiliano Panarari, sociologo della comunicazione, saggista e docente alla LUISS di Roma, Giovanni Boccia Artieri, sociologo, saggista, professore di Comunicazione e Media Digitali all’Università di Urbino “Carlo Bo” con gli studenti e gli insegnanti dell’Istituto Tecnico Molari. La conferenza in programma sabato 7 dicembre con inizio alle ore 9 nell’Aula Magna del Molari - che avrà come moderatore Luciano Natalini esperto di istituzioni, politiche e programmi dell’UE – sarà preceduta dalla rappresentazione teatrale “Della liberta, della dignità e di altri diritti. Giovane viaggio sulla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea” con i ragazzi della II C dell’ITC Rino Molari a cura di Francesco Montanari con la collaborazione della professoressa Nadia Ercolani. Il saluto di apertura della mattinata sarà di Maria Rosa Pasini dirigente scolastico dell’ISISS Einaudi-Molari e di Angela Garattoni assessora a Scuola e Fondi Europei.

“Come abbiamo già sottolineato al momento della presentazione del progetto – spiega l’assessore Angela Garattoni – la costruzione europea, e quindi l’affermazione di un’autentica e consapevole cittadinanza europea, è un processo talmente complesso da richiedere una sorta di pedagogia quotidiana a tutti i livelli. Questa iniziativa, resa possibile grazie al contributo della Regione Emilia Romagna nell’ambito degli interventi di promozione e sostegno della cittadinanza europea per il triennio 2019/2021, intende dare un contributo in tal senso, anche attraverso l’utilizzo di linguaggi inconsueti quali quello teatrale. Non a caso – conclude l’assessora Garattoni - nel programma presentato il 16 luglio al Parlamento Europeo dalla nuova presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, è prevista una conferenza della durata di due anni di discussione tra i cittadini europei sul futuro dell’Unione”.

Clicca qui per scaricare il programma integrale

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/11/07 11:55:00 GMT+1 ultima modifica 2019-11-07T14:55:28+01:00