Sezioni

Met e Soprintendenza presentano l’inventario del patrimonio culturale immateriale

Appuntamento sabato 26 ottobre alle ore 17 in biblioteca

Il Museo degli usi e costumi della Romagna, insieme alla Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio di Ravenna, ha realizzato “I saperi e il fare”, un inventario del patrimonio culturale immateriale che sarà presentato sabato 26 ottobre alle ore 17 in biblioteca Baldini. Un archivio che raccoglie culture alimentari, feste e riti del ciclo dell’anno, tradizioni orali, artigianato e più in generale tutto ciò che è legato al folklore e che l’UNESCO ha riconosciuto come Patrimonio culturale immateriale da preservare e tutelare.

Proprio sulla base di questi obiettivi, nel 2015 il Ministero per i Beni e le attività culturali ha promosso infatti il progetto formativo “500 giovani per la Cultura” che ha visto la partecipazione del Met e della Soprintendenza in una ricerca legata all’inventariazione delle entità immateriali nei documenti audio-visivi.

Dalla collaborazione tra i referenti dei due enti, Marco Musmeci e Mario Turci, e di quattro laureati in discipline culturali è nata una raccolta di filmati che raccontano “come si fa” qualcosa di materiale o testimoniano un avvenimento. Il risultato di questa ricerca sarà dunque presentato sabato 26 ottobre alle ore 17 presso la biblioteca Baldini con gli interventi della vicesindaca e assessora alla Cultura Pamela Fussi, Marco Musmeci e Romina Pirraglia (Soprintendeza archeologica belle arti e paesaggio), Mario Turci (Ispettore onorario della Soprintendenza) e Emilio Podeschi della Fattoria didattica il Giuggiolo come testimone degli antichi mestieri.

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/10/24 13:14:01 GMT+1 ultima modifica 2019-10-24T13:14:08+01:00