Sezioni

"Memoria dei luoghi, memoria delle voci"

Un progetto del Comitato Cittadino Antifascista

PROMOTORI DEL PROGETTO
Anpi Santarcangelo, Focus (Fondazione Culture Santarcangelo), biblioteca comunale “Antonio Baldini”, Istituto Musei Comunali, Pro Loco Santarcangelo, Amministrazione comunale.

DESTINATARI DEL PROGETTO
Scuole e classi di Santarcangelo: elementari del Primo e del Secondo Circolo, scuola media “Teresa Franchini”, Istituto Tecnico Commerciale “Rino Molari”.

OBIETTIVO DEL PROGETTO
La scoperta attraverso la ricerca di luoghi e voci legate ai luoghi stessi, con particolare attenzione per le testimonianze orali, ha come obiettivo finale la creazione di una mappa multimediale dei luoghi (monumenti, reperti, targhe, storie di persone e luoghi di testimonianza) legati alla storia di Santarcangelo, a partire dal primo dopoguerra fino alla Liberazione e alla nascita della Repubblica. Questa mappa intende delineare un itinerario museale all’aperto con valenza di percorso storico/turistico. Il progetto è di durata pluriennale, con singoli step e prodotti annuali.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO
Le ricerche sono condotte con modalità individuate dalle singole scuole e classi in due momenti distinti. Primo passo è la scoperta dei documenti, dei luoghi e delle voci, attraverso la ricerca delle fonti archivistiche e documentarie (fonti orali e testimonianze) e la visita ai luoghi per ulteriori approfondimenti. Il secondo momento consiste in una rielaborazione di fonti e notizie così raccolte, strutturato in diverse fasi: modulare su base annua e poi definitiva al termine della ricerca complessiva. Risultato di questa rielaborazione è la realizzazione di documenti su supporto cartaceo, audiovisivo e/o digitale, in varie fasi modulari che andranno poi a costituire, al momento della conclusione del progetto, una sorta di “guida” del percorso museale all’aperto. Accanto alla
produzione documentale, è possibile prevedere anche un apposito momento finale di carattere scenico o rappresentativo.

OBIETTIVI INTERMEDI

FASE 1 – Individuazione di quattro luoghi/percorsi:
1) Stazione ferroviaria (già implementato – vedi allegato Percorso memoria Santarcangelo)
2) Contrade di Santarcangelo (già implementato – vedi allegato Percorso memoria Santarcangelo)
3) Palazzo Nadiani
4) Colle Giove

In questa prima fase sono svolte ricerche sul territorio, con l’obiettivo di individuare momenti, personaggi, testimonianze e voci identificativi della storia santarcangiolese tra il 1919 e il 1946. I quattro luoghi/percorsi così individuati – in particolare i due già avviati – e le ricerche ad essi collegate sono le prime tessere di un mosaico che si andrà complessivamente formando grazie all’apporto delle singole scuole e classi protagoniste della ricerca. La realizzazione di prodotti a fine modulo per ciascuna delle ricerche attivate può avvenire in forma di restituzione pubblica alla città in occasione delle ricorrenze istituzionali riportate nell’allegato Programma annuale attività.

FASE 2 – Individuazione di nuovi luoghi/percorsi:
- Arco Ganganelli
- Palazzo Comunale
- Sala Eden (ex cinema in via Giordano Bruno)
- ex Teatro di Via Cavallotti
- Fornace Salci
- Via Pozzo Lungo/Via Cupa
- Via Cesare Battisti
- Sala ex Lavatoio
- Monumento ai Caduti di piazza Ganganelli
- Grotte tufacee
- Campagne di Santarcangelo

La seconda fase porterà all’ampliamento dei luoghi/percorsi coinvolti nel lavoro di ricerca: nuove tessere per il mosaico in vista della conclusione del progetto.

FASE 3 – Conclusione del progetto:
L’ultima fase del progetto consisterà nell’elaborazione della mappa dei luoghi della storia santarcangiolese tra il 1919 e il 1946, sulla base del percorso finale costruito dalle scuole nel corso degli anni. La mappa così realizzata sarà quindi diffusa e valorizzata come percorso storico, culturale e turistico con il coinvolgimento degli enti di promozione territoriale (Pro Loco e altri).

MEZZI A DISPOSIZIONE E OPPORTUNITÀ SUL TERRITORIO

Referenti culturali:

  • Istituti culturali: biblioteca Baldini e musei comunali di Santarcangelo, con i loro archivi e i loro patrimoni documentari (per il recupero delle fonti archivistiche)
  • Associazionismo: Anpi Santarcangelo (per la presenza e l’attività di supporto alla realizzazione del progetto) e Pro Loco (per la creazione di percorsi turistici dedicati e la formazione di giovani guide tra alunni e studenti)
  • Testimoni: interviste (per il recupero di fonti orali)
  • Rilevanze materiali del territorio: monumenti, targhe, insegne, vie e reperti materiali (gli oggetti che raccontano la storia)

POSSIBILI AZIONI COLLEGATE

  • Campagna di raccolta delle storie orali
  • Cinema e storia (con realizzazione di un docufilm)
  • Gli oggetti e la storia (approfondimento tematico)
  • Futura implementazione del percorso nei progetti digitali “Santarcangelo Open Air Museum” (app turistica del Comune di Santarcangelo) e “A passo svelto” (raccolta dei percorsi della Resistenza in Emilia-Romagna a cura dell’ANPI regionale)

INFO E CONTATTI
Per ulteriori informazioni e aggiornamenti è possibile contattare lo staff del sindaco (0541/356.269,
segreteriasindaco@comune.santarcangelo.rn.it, referente Luca Rasponi).

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/12 14:20:00 GMT+2 ultima modifica 2018-07-12T14:23:07+02:00