Sezioni

I prodotti di Libera Terra nelle mense scolastiche di Santarcangelo

Per la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie (mercoledì 21 marzo) pasta e pomodoro da agricoltura biologica in terreni confiscati alla criminalità organizzata

Domani (mercoledì 21 marzo) ricorre la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promossa da Libera, rete di associazioni contro le mafie. Per l’occasione, rinnovando una scelta ormai consolidata, l’amministrazione comunale di Santarcangelo e Camst, il nuovo fornitore di pasti delle mense scolastiche, offriranno a bambini e ragazzi delle scuole i prodotti di Libera Terra, raggruppamento di cooperative sociali che gestiscono strutture produttive e terreni sottratti alle mafie in Sicilia, Puglia, Calabria e Campania.

Tra i tanti prodotti realizzati da Libera Terra per riscoprire i sapori tipici del territorio e le qualità nutrizionali delle migliori materie prime provenienti dall’agricoltura biologica, Camst proporrà agli alunni delle scuole un menu – in linea con le direttive dell’Ausl Romagna – a base di rigatoni con pesto rosso di mandorle: una ricetta pensata per ricordare il pesto alla carrettiera siciliano realizzata con pasta e pomodori di Libera Terra.

“Dallo spettacolo dedicato a don Puglisi fino all’incontro con Franco La Torre il mese scorso, come amministrazione comunale cerchiamo di portare avanti con continuità un discorso di sensibilizzazione sulle tematiche relative alla criminalità organizzata” dichiara l’assessore ai Servizi educativi e scolastici, Pamela Fussi. “Una scelta ancora più importante quando si tratta di scuole: per questo siamo particolarmente contenti di poter proporre nelle nostre mense i prodotti di Libera Terra, che sono etici due volte, in quanto biologici e provenienti da terreni tornati alla vita dopo la confisca alle mafie”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/03/20 15:10:08 GMT+2 ultima modifica 2018-07-12T10:54:45+02:00