Sezioni

Disabili: contributi per acquisto e adattamento autoveicoli

referente comunale Francesca Razzaboni

I contributi

I contributi vengono erogati sulla base di una graduatoria fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Ai sensi della Legge regionale 29/97 (art. 9) il contributo per l’acquisto o l’adattamento di autoveicoli privati è volto a favorire le opportunità di mobilità e trasporto delle persone disabili. I contributi, non cumulabili fra loro, possono riguardare:

a) acquisto di un autoveicolo con adattamenti particolari alla guida e/o al trasporto destinato alla mobilità di persona con handicap grave;

b) adattamento alla guida e/o al trasporto di un autoveicolo destinato alla mobilità di persona con handicap grave;

c) acquisto di un autoveicolo senza adattamenti particolari destinato alla mobilità di persona con handicap grave;

d) adattamento alla guida di un autoveicolo, per titolari di patenti di guida di categoria A, B o C speciale con incapacità motorie permanenti.

Chi può richiederli

  • per le lettere a), b), c) le persone disabili in possesso di certificazione di handicap grave (art. 3, comma 3 L. 104/92) oppure l’intestatario del veicolo che abbia consolidati e verificabili rapporti di assistenza con il disabile;
  • per la lettera c) i soggetti di età non superiore a 65 anni o, se superiore, in possesso di certificazione di handicap della L. 104/92 rilasciata prima del 65° anno di età o della certificazione di invalidità civile antecedente al 5 febbraio 1992;
  • per la lettera d) le persone con incapacità motorie permanenti (art. 27, comma 1 L. 104/92) titolari di patenti di guida di categoria A, B o C speciale;
  • per le lettere a), b) il valore Isee del nucleo dell’intestatario non deve essere superiore a 23.260 euro;
  • per la lettera c) il valore Isee del nucleo dell’intestatario non deve essere superiore a 14.400 euro;
  • per la lettera d) non è previsto un limite Isee.

Entità delle spese ammissibili

  • per la lettera a) il 15% della spesa sostenuta, fino ad un tetto massimo di spesa ammissibile pari a 34.394 euro;
  • per la lettera b) il 50% della spesa sostenuta, fino ad un tetto massimo di spesa ammissibile pari a 9.172 euro;
  • per la lettera c) il 15% della spesa sostenuta, fino ad un tetto massimo di spesa ammissibile pari a 11.465 euro;
  • per la lettera d) il 20% della spesa sostenuta, senza previsione di tetto massimo di spesa ammissibile.

Approfondimenti

Per approfondimenti consultare la guida della Regione Emilia-Romagna e il sito della Regione Emilia-Romagna.

Presentazione delle domande

Le domande dei contributi per l’acquisto o adattamento dei veicoli e per la permanenza nell’abitazione vanno presentate ai Servizi sociali o al Centro per l'adattamento dell'ambiente domestico entro il primo marzo di ogni anno utilizzando l’apposita modulistica che si può trovare qui allegata.

Alla domanda vanno allegate:

  • copia della certificazione di cui all’art. 3, comma 3 L. 104/92;
  • copia della documentazione della spesa già effettuata (fattura o ricevuta fiscale).

Non sono ammissibili domande con preventivi di spesa.

  • copia della patente di guida speciale o del certificato riportante gli adattamenti prescritti;
  • copia della carta di circolazione dell’autoveicolo riportante gli adattamenti effettuati.

Per il rilascio dell’Isee è possibile avvalersi dei Caaf.

Dove rivolgersi

Per la modulistica, assistenza alla compilazione e consegna della domanda:

Riferimenti normativi

  • artt. 9 e 10, L.R. 29/97
  • delibera di G.R. n. 1161/2004
  • determina regionale n. 9026/2004
  • delibera di G.R. n. 2304/2004
  • delibera di G.R. n. 166/2009
  • determinazione di G.R. n. 2865/2014

Allegati

Qui sotto trovi la moduslitica e gli approfondimenti utili relativi al procedimento.