Sezioni

“Racconti Sprigionati”, una mostra racconta la storia delle ex Carceri

Dal 12 giugno all'11 ottobre allestita sotto al porticato della Pro Loco
  • Quando 12/06/2021 al 11/10/2021
  • Aggiungi un evento al calendario iCal

Da sabato 12 giugno a lunedì 11 ottobre sotto al porticato della Pro Loco (via Cesare Battisti 5) è allestita la mostra “Racconti Sprigionati”, inserita nell’ambito del percorso partecipato per il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale delle ex Carceri cittadine e curata da Ilaria Ruggeri, Luca Villa e Paola Russo dell'Associazione Il Palloncino Rosso.

Partendo dalla ricerca storica, dalle fonti ufficiali, dai vecchi documenti, fino ad approdare ad aneddoti e leggende di paese, l’Associazione Il Palloncino Rosso, grazie alla collaborazione e allo scambio avvenuto in questi mesi con la cittadinanza e le Istituzioni Culturali del Comune (Biblioteca e Musei) ha raccolto la memoria di un luogo fortemente simbolico, con l’intenzione di sprigionare cultura e senso di appartenenza. L’immobile sorge nel centro della città ma la sua storia è poco conosciuta dalla comunità locale.

Dalle fasi della costruzione, passando per l’abitazione del custode e degli altri ambienti interni, con un certosino elenco degli appalti di fornitura, per capire come funzionavano, come erano gestite, cosa si mangiava, quanto tempo e in quali condizioni venivano tenuti i prigionieri, come vennero utilizzate, durante il fascismo, come e da quale mitico personaggio vennero in seguito abitate, di cosa divennero sede negli anni ’90, cosa sono, o cosa ancora non sono.

Soffermandosi sulla successione dei pannelli, pare, infatti, compiersi un viaggio nel tempo, dal passato al futuro, attraversando la storia nascosta di un luogo che si conosce poco e che invece ha custodito grano e dolore, prigionia e preghiere, detenzione e disperazione, ma anche liberazione, vita, poesia, pittura, un museo.

I pannelli poi proseguono nei racconti di paese, storie, leggende, aneddoti tramandati di generazione in generazione, successi o solo inventati al limitare dello sferisterio, tra le contrade, davanti al portone delle vecchie carceri, rinchiusi in una cella o messi in fuga dal “ribisso”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/06/12 10:55:00 GMT+2 ultima modifica 2021-06-12T10:56:09+02:00