Sezioni

Approvato il bilancio di previsione 2021-2023

La sindaca Alice Parma: “Un bilancio capace di affrontare i temi attuali guardando al futuro, ai giovani, all’ambiente e alla mobilità sostenibile”. Ammonta a 6,6 milioni di euro il piano degli investimenti in opere pubbliche

Il Consiglio comunale del 30 marzo si è aperto con una comunicazione della sindaca Alice Parma per ricordare la recente scomparsa del pittore santarcangiolese Aldo Astolfi, mentre il consigliere Marco Fiori è intervenuto per ricordare le vittime del Covid-19 e i tanti che soffrono a causa della pandemia, proponendo un minuto di raccoglimento.

Terminati i preliminari di seduta, la sindaca Alice Parma ha presentato gli obiettivi strategici del Piano triennale per la prevenzione della corruzione (PTPCT) per il triennio 2021/2023, con un focus specifico sull’anno in corso. Nel sottolineare l’importante valenza amministrativa del Piano per il lavoro quotidiano dei dipendenti e di tutti coloro che si rapportano con il Comune, la sindaca Parma ha poi sottolineato il valore di un percorso pubblico partecipato che porti a incrementare la cultura di prevenzione e contrasto ai fenomeni corruttivi. L’atto deliberativo è stato approvato con il voto unanime di tutti i consiglieri comunali.

I lavori della seduta consiliare sono proseguiti con l’illustrazione da parte dell’assessore al Bilancio Emanuele Zangoli del bilancio di previsione 2021-2023 e di tutti gli atti ad esso collegati. In un periodo di grande instabilità – ha in sostanza affermato – il nostro bilancio è solido, come indicato anche dai revisori dei conti: sono salvaguardati gli equilibri di bilancio ed è stato raggiunto il pareggio, gli accantonamenti sono congrui, l’indebitamento dell’ente è in diminuzione e la quota di interessi pagati è in calo.

L’azione politica contenuta nel bilancio è soprattutto concentrata sui temi dell’ambiente, dei giovani, dell’Europa e dell’accessibilità, ha continuato Zangoli. Tra gli interventi più importanti in questi ambiti strategici, lo stanziamento di 150.000 euro per la redazione del Piano urbanistico generale (Pug), che servirà a progettare la Santarcangelo di domani, il Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums) e un corposo Piano triennale dei lavori pubblici, che presta un’attenzione particolare alla viabilità e alla sicurezza sulle strade. Gli investimenti in opere pubbliche ammontano a 6.640.000, buona parte dei quali destinati alla mobilità (2.710.000 euro) e all’edilizia scolastica (1.920.000 euro).

Nelle politiche per le nuove generazioni trovano spazio le risorse necessarie per i progetti e gli spazi da destinare ai giovani: dalla riqualificazione della scuola del Bornaccino, al fab-lab nella nuova biblioteca, mentre il forte impulso dato sul fronte del miglioramento e della riqualificazione dell’edilizia scolastica è anche il risultato dell’investimento organizzativo voluto dall’Amministrazione comunale, che si è dotata di uno specifico ufficio Europa che lavora sui bandi e sulle progettualità capaci di intercettare risorse economiche senza pesare sul bilancio comunale.

Per quanto riguarda il sostegno alle famiglie – le cui funzioni sono in capo all’Unione di Comuni – sono finanziati i capitoli per il sostegno alla casa, alle utenze e alla didattica per le famiglie in difficoltà, per le quali vengono messe in campo iniziative di rete. I costi dei servizi a domanda individuale (mensa scolastica, trasporti, ecc) per il secondo anno consecutivo restano invariati, mentre per quanto riguarda le imprese i provvedimenti dell’Amministrazione comunale integrano quelli dello Stato e della Regione.

A bilancio sono previsti 130.000 euro di contributi a fondo perduto a favore delle imprese, l’assegnazione dei quali avverrà sulla base di criteri decisi assieme alle associazioni di categoria, con un’attenzione particolare alle aziende che stanno soffrendo maggiormente le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria. Oltre alle forme già previste di esonero dal pagamento della Cosap, sono in corso di valutazione ulteriori misure di contenimento dei costi, mentre saranno introdotte facilitazioni sulle rateizzazioni per debiti contratti con il Comune alzando la soglia al di sotto della quale non è necessaria la garanzia fidejussoria. Non cambiano l’addizionale Irpef e la Tari: per quest’ultima si prevedono livelli di riduzione ed esenzione sulla base delle nuove norme che entreranno in vigore a livello nazionale.

In chiusura di dibattito la sindaca Alice Parma ha ringraziato tutti i consiglieri comunali per il contributo assicurato anche attraverso il lavoro svolto all’interno delle commissioni consiliari. Il bilancio 2021, ha sottolineato, affronta i temi attuali guardando al futuro: ai giovani, all’ambiente e a una diversa mobilità. “Oggi dobbiamo parlare ai giovani che in questo periodo fortemente segnato dalla pandemia stanno scoprendo nuovi spazi e se ne stanno appropriando, ma dobbiamo anche accettare le sfide che abbiamo davanti a noi sull’ambiente e sulla mobilità: dobbiamo essere i protagonisti di un cambio di abitudini e di mentalità per uscire da questa crisi con prospettive nuove. La tutela delle fasce più deboli della popolazione e il sostegno concreto alle imprese sono priorità che siamo in grado di affrontare con i numeri contenuti in questo bilancio. Priorità – ha concluso la sindaca – che seppure con sfumature diverse, credo siano condivise da tutti noi”.

Al termine del confronto che ha visto la partecipazione di tutti i gruppi consiliari, l’assemblea ha approvato l’aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (Dup) 2021/2023: a favore si sono espressi i partiti di maggioranza (Partito Democratico, Più Santarcangelo, PenSa-Una Mano per Santarcangelo), contro l’opposizione (Un Bene in Comune e Lega Salvini premier Romagna). La verifica della quantità e qualità di aree e fabbricati da destinare a residenza, attività produttive e terziario, che potranno essere cedute in proprietà o in diritto di superficie – l’Amministrazione comunale ha ritenuto di non individuarne nessuna – ha invece ottenuto il voto favorevole dei gruppi di maggioranza, l’astensione di Un Bene in Comune e il voto contrario della Lega Salvini premier Romagna.

Le delibere relative all’addizionale comunale all’Irpef e all’Imposta municipale propria (Imu) per l’anno 2021, con approvazione delle relative aliquote, hanno ottenuto i voti favorevoli di Partito Democratico, Più Santarcangelo, PenSa-Una Mano per Santarcangelo, l’astensione del gruppo Un Bene in Comune e il voto contrario della Lega Salvini premier Romagna.

Il bilancio di previsione 2021-2023 è stato approvato voti favorevoli di Partito Democratico, Più Santarcangelo, PenSa-Una Mano per Santarcangelo, mentre hanno votato contro i gruppi consiliari Un Bene in Comune e Lega Salvini premier Romagna.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/03/31 12:20:00 GMT+1 ultima modifica 2021-03-31T12:50:40+01:00