Sezioni

Biblioteca Baldini, gli eventi del fine settimana

Approfondimenti di storia locale e letture ad alta voce

Questo fine settimana la Baldini propone delle letture per futuri genitori, la storia e le leggende sul Tempio Malatestiano, letture animate per i bambini e un nuovo appuntamento con “Trezza legge l’Odissea”. Al via anche le iscrizioni per il corso di scacchi per bambine e bambini da 7 a 11 anni.

Un nuovo appuntamento con il ciclo di incontri “Chiacchiere con la pancia per mamma e papà” inaugura gli eventi del fine settimana: appuntamento per sabato 15 febbraio alle ore 14,30 in biblioteca con l’ostetrica Eleonora Balducci.

Anche “Frammenti 2020”, la rassegna della Baldini sulla storia locale, torna sabato 15 febbraio (ore 17) con la presentazione del volume di Pier Giorgio Pasini “Tempus loquendi tempus tacendi. Riflessioni sul Tempio Malatestiano (1969-2017)” (Minerva, 2019). Vero e proprio emblema del Rinascimento, al Tempio Malatestiano sono legate le vicende di grandi artisti italiani (Leon Battista Alberti, Piero della Francesca, Matteo de’ Pasti, Agostino di Duccio) e numerose leggende che tentano di decifrare i suoi significati misteriosi e pagani. Nel volume l’autore chiarisce la genesi e la storia di questo «mirabile Templum» e, partendo da dati concreti, giunge a conclusioni nuove che sfatano molte leggende. Inoltre recupera elementi importanti della cultura di corte che ne è all’origine: una corte promossa da un grande e controverso condottiero, Sigismondo Pandolfo Malatesta, che amò circondarsi di letterati e di artisti per conquistarsi una fama imperitura tramite le loro opere.

Gli eventi proseguono nel corso dell’apertura straordinaria della biblioteca in programma domenica 16 febbraio: oltre ai consueti servizi di prestito e consultazione attivi dalle 9,30 alle 12,30, alle ore 10 l’autrice Stefania Lanari e il clarinettista Sergio Bosi animeranno la mattinata dedicata a bambine e bambine con “Come andò che Eugenio Difatti divenne musicista” (Fulmino editore).

“Trezza legge l’Odissea” concluderà come di consueto gli eventi del fine settimana: appuntamento alle ore 17,15 presso la Celletta Zampeschi con la lettura dei canti XIV, XV e XVI.

Nel frattempo, sono iniziate le iscrizioni al laboratorio di scacchi condotto da Matteo Alessandrini che si terrà in biblioteca sabato 22 e 29 febbraio, 7 e 14 marzo dalle ore 14,30 alle ore 16. Dedicato a bambini da 7 a 11 anni che non conoscono ancora le regole di base del gioco, il corso è a partecipazione gratuita ma è necessario prenotarsi inviando un messaggio al numero 366/6797354 oppure una mail all’indirizzo biblioteca@comune.santarcangelo.rn.it.

Pier Giorgio Pasini – Ha insegnato come ordinario di educazione artistica, disegno e storia dell'arte nelle scuole medie e nei licei scientifici statali dal 1960 al 1984. Si occupa di storia dell’arte rinascimentale fin dagli anni settanta, quando diresse la mostra Sigismondo Pandolfo Malatesta e il suo tempo a Rimini (Sala dell’Arengo, 1970). Ha dedicato numerosi studi a Matteo de’ Pasti e allo studio dell’esatta cronologia delle medaglie pastiane nonché alla signoria dei Malatesta di Rimini. Fondamentali anche i sui studi e le sue numerose pubblicazioni riguardanti il pittore santarcangiolese Guido Cagnacci. Per ciò che riguarda Santarcangelo, ha inoltre realizzato il volume “Guida breve per la Collegiata di Santarcangelo”, presentato, sempre alla Baldini, nell’edizione dello scorso anno del ciclo “Frammenti di storia locale”, nonché la sua conferenza “Le donne del Cagnacci” promossa dal Lions Club lo scorso 28 gennaio sempre alla Baldini.

Stefania Lanari – Esperta di letteratura per l’infanzia, gestisce la libreria per bambini e ragazzi “Le foglie d’oro” (Premio Andersen 2006) e, dal 1999, si occupa di promozione della letteratura per ragazzi nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie. Il primo libro per bambini è “Entriamo” del 2017, mentre nel 2019 ha scritto “Come andò che Eugenio Difatti divenne musicista”, entrambi pubblicati da Fulmino Edizioni.
 
Sergio Bosi – Primo Clarinetto Solista della FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana è anche docente di Clarinetto presso il Conservatorio “Gioacchino Rossini” di Pesaro, ha iniziato gli studi musicali giovanissimo, diplomandosi all'età di 16 anni e vincendo numerosi concorsi internazionali solistici e di musica da camera.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/02/14 13:35:00 GMT+1 ultima modifica 2020-02-15T09:13:06+01:00