Sezioni

Buoni spesa alimentari, in corso le verifiche sulle autocertificazioni presentate dai beneficiari

Al via la seconda fase dei controlli dopo quelli effettuati in via preventiva

Sono in corso le verifiche sulle autocertificazioni presentate dai beneficiari dei buoni spesa alimentari, erogati dall’Amministrazione comunale nello scorso mese di aprile.

Dopo aver eseguito una prima serie di controlli preventivi riguardanti l’effettiva residenza nel Comune di Santarcangelo da parte del richiedente (o di trovarsi sul territorio comunale in forza di un contratto di lavoro, attivo o terminato, con una impresa del territorio), l’esatta consistenza del nucleo familiare e che per la stessa famiglia non fosse stata avanzata più di una richiesta, l’Amministrazione comunale sta ora verificando la correttezza delle autocertificazioni presentate, compresi reddito e disponibilità finanziarie.

Come si ricorderà infatti, potevano accedere al bonus i nuclei familiari con un reddito lordo 2019 complessivo ai fini Irpef, o altre imposte sostitutive, inferiore a 40.000 euro o a 60.000 euro se con due o più figli a carico. Le disponibilità finanziarie liquide al 31 marzo 2020 non dovevano invece superare i 2.500 euro per nuclei con un solo componente o 4.000 euro per nuclei con più componenti. Infine, i richiedenti non dovevano aver avuto entrate effettive da lavoro, pensione, attività professionale e di impresa o altra fonte di reddito rilevante ai fini Irpef o altre imposte sostitutive nel mese di marzo superiori a 300 euro per componente del nucleo (inteso come valore medio).

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/06/23 08:35:00 GMT+1 ultima modifica 2020-06-23T08:31:16+01:00