Sezioni

Figure a Teatro, un autunno di burattini in Valmarecchia

Sabato 29 ottobre il primo appuntamento a Santarcangelo

Arriva il calendario autunnale di “Figure a Teatro”, la rassegna di burattini promossa da Fondazione Culture Santarcangelo che quest’anno si allarga anche alla collaborazione con i Comuni di Bellaria Igea Marina, Poggio Torriana e Verucchio nell’ambito del progetto regionale “Narrazioni poetiche: storie e tradizioni del territorio”. L’edizione 2022 ha infatti l’obiettivo di valorizzare la Valmarecchia con un calendario di iniziative e storie itineranti messe in scena dai burattini e burattinai che viaggeranno lungo i Comuni bagnati dai fiumi Marecchia e Uso.

Sabato 29 ottobre alle ore 16 il Supercinema di Santarcangelo ospiterà “Il castello degli spaventi” della Compagnia Vladimiro Strinati, mentre il 20 novembre al teatro Astra di Bellaria Igea Marina, sempre alle 16, Tanti cosi progetti porta in scena “Ferdinando il toro, i fiori e il calabrone”. Sabato 26 novembre gli spettacoli tornano al Supercinema di Santarcangelo con “Safari” della Compagnia Teatro medico ipnotico, mentre sabato 3 dicembre la sala Romagna mia di Verucchio ospiterà “Il grande trionfo di Fagiolino” del Teatro del drago. La rassegna si chiuderà al centro sociale di Poggio Torriana, dove la Compagnia Barbariccia porterà in scena “Il mistero del cane nero” sabato 8 dicembre.

Il castello degli spaventi – La coppia comica formata da Fagiolino e Sganapino è in fuga dopo l’ennesimo disastro. Giunti in una terra di nessuno vengono ospitati e sfamati dalla stravagante ostessa, la Strega Monticella che intrappola i malcapitati avventori con incantesimi e intrugli. La locanda si rivela però un luogo abitato da strane creature in bilico tra il mondo dei vivi e quello dei morti. I due monelli vengono assoldati dal Dottore e Mago Balanzone e dal suo fedele e inquietante servitore Heidy Lamar per sconfiggere la paura e superare una prova di coraggio. A far loro compagnia nel Castello si aggirano noti “zombie” come Arlecchino, Colombina e Pantalone. Lo spettacolo è liberamente ispirato a vecchi copioni e giocato sui meccanismi drammaturgici più antichi del teatro dove gli eroi ci fanno sentire forti, invincibili e anche un po’ cattivi e le paure possono far ridere! Non mancheranno lamenti, porte che cigolano, pipistrelli, rospi, scarafaggi, borbottamenti, sospiri, inseguimenti, legnate, formule magiche e balletti indiavolati.

Per informazioni sulla rassegna è possibile contattare FoCuS al numero 0541/624703 (da lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30) o all’indirizzo mail focus@focusantarcangelo.it.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/10/20 12:47:06 GMT+1 ultima modifica 2022-10-20T12:41:55+01:00