Sezioni

Online il programma dell’ottava edizione del Cantiere poetico per Santarcangelo: dal 2 all’8 novembre “La poesia si rivolta. Le parole e le capriole delle bambine e dei bambini”

Protagonisti assoluti l’infanzia e l’adolescenza accompagnati tra laboratori, spettacoli, presentazioni di libri e azioni di strada da artisti illustri come Chiara Guidi, Gianluigi Toccafondo, Mariangela Gualtieri

Si svolgerà dal 2 all’8 novembre 2022 l’ottava edizione di Cantiere poetico per Santarcangelo, intitolata “La poesia si rivolta. Le parole e le capriole delle bambine e dei bambini”. Quest’anno la rassegna culturale è infatti posticipata da settembre a novembre proprio per riuscire a coinvolgere gli alunni delle scuole di Santarcangelo che in queste settimane stanno svolgendo una serie di attività che si concluderanno con la settimana di eventi dal 2 all’8 novembre.

L’edizione 2022 del Cantiere poetico è infatti dedicata alla cultura della poesia, all’incanto dell’infanzia e dell’adolescenza, per immaginare relazioni con le parole e i versi sussurrati dalle bambine e dai bambini, nei dialoghi con gli adulti, negli spazi e nei tempi che girano attorno ai pensieri, agli sguardi e ai corpi. Pratiche poetiche per sperimentare nuovi immaginari di inclusione, rispetto e cura dei rapporti umani fra le generazioni, compresi il valore delle differenze e la potenza della natura che accompagnano il cammino della conoscenza e della formazione.

Sul sito www.cantierepoetico.org è disponibile il programma completo della rassegna, mentre da lunedì 17 ottobre sarà possibile prenotare la partecipazione alle iniziative (l’ingresso è gratuito ma i posti sono limitati) scrivendo una mail a iscrizionieprenotazioni@cantierepoetico.org o chiamando i numeri 0541/624003 – 333/3474242.

A inaugurare l’ottava edizione sarà l’apertura della mostra in biblioteca Baldini a cura di Stefano Ricci dal titolo Alcuni Animali Animati che si potrà visitare fino al 10 dicembre. Dal 2 al 5 novembre – dalle ore 15 alle ore 18 (e la mattina per visite scolastiche) – il Palazzo della Poesia (ex Biblioteca comunale, via Cavallotti, 3) diverrà il “presidio” del Cantiere poetico e centro delle relazioni con bambini, ragazzi, maestri, genitori, lettori, scrittori, poeti, artisti e artigiani del pensiero: in programma allestimenti d’arte, attività ludiche, incontri e laboratori. Qui si potrà ad esempio trovare il video box per bambini, ragazzi e adulti La (mia) poesia si rivolta a cura del videomaker Vladimir Bertozzi; due video installazioni artistiche di ERON; l’esposizione e sviluppo di un progetto di comunità dal titolo Unisciti a cura di Samantha Turci e Ilaria Ricchi (Aidoru – Itinerario Festival) nato dal desiderio di unire metaforicamente un mondo intero attraverso un’azione semplice e antica: cucire. Allestita anche una mostra con le illustrazioni realizzate per il libro di poesia Manuale d’Incanto di Alessandra Di Consoli; mentre dal 3 al 5 novembre è in programma il laboratorio di ricamo collettivo per bambini e adulti Mangerei dei pasticcini se ne avessi a cura di Sara Basta e l’esposizione dei lavori realizzati nei laboratori di ottobre nelle scuole di Santarcangelo a cura di Casa di Gesso e Cristiano Sormani Valli.

Tra le attività più attese la partecipazione di Chiara Guidi (Societas) che al Cantiere porta due spettacoli, un incontro e un laboratorio. Giovedì 3 novembre, alle ore 21 al Teatro Il Lavatoio andrà in scena Fiabe giapponesi uno spettacolo per un pubblico infantile (a partire dai 7 anni) in cui l’artista ha scelto tre fiabe dell’antica tradizione giapponese e le ha inserite in una rappresentazione che vede i bambini partecipare in prima persona: alcuni sono invitati con lei in scena a eseguire, a terra, un preciso lavoro; altri, seduti in platea, vengono sollecitati, attraverso domande, a un dialogo “filosofico” che intercala i racconti. Tra platea e palco tutti i bambini, dunque, sono dentro lo spettacolo, e guidati dalla Narratrice sperimentano in prima persona lo statuto di rappresentazione proprio come fanno nel gioco, dove, insieme ad altri coetanei, esperiscono il “sentire” più profondo della realtà. Dal 3 al 5 novembre si svolgerà poi il laboratorio Esercizi di lettura, un invito alla lettura corale di alcuni componimenti della poetessa tedesca Nelly Sachs, premio Nobel nel 1966. Il coro messo a punto nelle tre giornate di laboratorio confluirà in Lettere dalla notte, lettura-concerto di e con Chiara Guidi accompagnata dal musicista Natàn Santiago Lazala, in scena sabato 5 novembre alle ore 21 al Teatro Il Lavatoio. Infine lunedì 7 novembre alla Baldini, Chiara Guidi incontrerà il pubblico per presentare la sua idea di Teatro infantile nata a Cesena nel Teatro Comandini, sede dalla compagnia Societas, di cui è stata co-fondatrice.

 

Diverse saranno inoltre le presentazioni di libri e letture sceniche tra cui: venerdì 4 novembre Un solo verso può fare più grande l’universo passeggiata tra i versi di Sabrina Giarratana (vincitrice premio Andersen 2022) e Ma dove sono le parole? a cura di Nicoletta Fabbri; domenica 6 novembre Bambina senza alleati a cura di Cristina Bellemo (vincitrice premio Andersen 2019), La più bella delle colonne a cura di Silvia Vecchini e Ai cuccioli della mia specie a cura di Mariangela Gualtieri. Inoltre la poesia dialettale sarà presentata nelle scuole da Germana Borgini e Lorenzo Scarponi e dagli autori Annalisa Teodorani e Gilberto Bugli.

Altra grande attesa per lo spettacolo in programma per lunedì 7 novembre, ore 21 al Teatro Il Lavatoio dal titolo Il Teatrino di Raffaello Baldini ideato, diretto e disegnato da Francesca Ghermandi e Gianluigi Toccafondo sui testi di Raffaello Baldini, con Nicoletta Fabbri e la collaborazione di Rosanna Lama e la partecipazione delle bambine e dei bambini della Scuola Primaria di Santarcangelo.

Una volta tanto, uno spettacolo non per bambini fatto da adulti, ma uno spettacolo di bambini che parlano agli adulti. L’idea è di ascoltare i monologhi dei personaggi di Baldini dalla voce dei bambini: i bambini interpretano i vecchi. I faccioni-mascheroni, interpretano la varia umanità di Baldini. Lo sconsolato, lo schifiltoso, il nonno che ha fatto la terza e non riesce a firmare, il lurido, l’omarello che si porta via gli attrezzi dal cantiere, la signora che va al mercato e si lamenta, il vecchietto felice di star dov’è, l’ossessionato dalla roba che gli hanno portato via…

 

Oltre ad alunni e insegnanti delle scuole primarie di Santarcangelo, il nutrito elenco di ospiti del Cantiere comprende Sara Basta, Cristina Bellemo, Vladimir Bertozzi, Germana Borgini, Gilberto Bugli, Alessia Canducci, Antonia Casadei, Casa di Gesso (Aidoru), Francesco Dell’Accio, Alessandra Di Consoli, Francesca Di Serio, Eron, Nicoletta Fabbri, Francesca Ghermandi, Sabrina Giarratana, Mariangela Gualtieri (Teatro Valdoca), Chiara Guidi (Societas), Rosanna Lama, Roberta Magnani, Vito Matera, Ilaria Ricchi, Stefano Ricci, Natàn Santiago Lazala, Lorenzo Scarponi, Cristiano Sormani Valli, Silvia Vecchini, Annalisa Teodorani, Gianluigi Toccafondo e Samantha Turci.

 

Cantiere poetico per Santarcangelo è un progetto dell’Amministrazione comunale, promosso e sostenuto da Fondazione Culture Santarcangelo (FoCuS), Regione Emilia-Romagna e associazione Culturale L’Arboreto, in collaborazione con Santarcangelo Festival, Pro Loco, Città Viva, associazione Culturale Dogville, Gruppo Maggioli e Vallecchi Firenze. Partner solidali: Coop Alleanza 3.0, Navacchi Infissi, Vetreria La Nuova Cesari, Birgo Burger; media partner Corriere Romagna, graphic design Federico Magli.

L’edizione 2022 è curata da Fabio Biondi con la collaborazione di Antonia Casadei, Roberta Magnani, Cristiano Sormani Valli. Tutte le novità e gli aggiornamenti saranno pubblicati sul sito www.cantierepoetico.org, sulla pagina Facebook Cantiere Poetico per Santarcangelo e sul profilo Instagram cantiere_Poetico_santarcangelo.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/10/14 12:09:04 GMT+1 ultima modifica 2022-10-14T12:09:04+01:00