Sezioni

Sant’Ermete, la Giunta approva il progetto di fattibilità per il percorso in sicurezza di via Casale

L’intervento candidato ai finanziamenti ministeriali. La vice sindaca Fussi: “Passaggio fondamentale per dotare la frazione di un’infrastruttura attesa da anni”

La Giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità per la messa in sicurezza di via Casale a Sant’Ermete. A seguito dell’incarico affidato a inizio novembre per la progettazione del percorso ciclo-pedonale dell’intero tratto della strada di poco superiore ai 1,5 km che attraversa la frazione collegando via Trasversale Marecchia con via Marecchiese, l’Amministrazione comunale ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica grazie al quale l’opera verrà candidata ai finanziamenti ministeriali per la messa in sicurezza di strade, ponti e viadotti.

Il nuovo progetto, il cui costo è pari a un milione e 800mila euro, punta ad assicurare una larghezza omogenea di 2,5 metri per l’intero tracciato del percorso sfruttando, dove possibile, tratti pedonali e ciclopedonali esistenti, nonché a minimizzare l’impatto derivante da espropri per contenere tempi e costi dell’intervento.

Proprio per risolvere le criticità del tratto iniziale – a partire dall’incrocio con via Trasversale Marecchia – stretto fra recinzioni di proprietà, il nuovo progetto prevede l’utilizzo di un tratto della strada vicinale Ca’ Brandi, circa 150 metri prima dell’incrocio con via Casale.

Superato questo primo tratto il percorso protetto si svilupperà con una larghezza costante lungo il lato sinistro di via Casale Sant’Ermete, passando davanti alla scuola primaria Fratelli Cervi e alla chiesa. Prima dell’incrocio con via Vallechiara è previsto il recupero e la riqualificazione di un breve tratto di circa 50 metri di percorso riservato a pedoni e ciclisti. Dopo l’incrocio con via Prati di Casale, il passaggio del percorso protetto sul lato destro di via Casale Sant’Ermete consentirà di sfruttare gli spazi verdi presenti tra la sede stradale e il ciglio del canale Rio Casale.

All’incrocio tra via Casale Sant’Ermete e via delle Margherite il percorso si sdoppierà: da un lato proseguirà lungo via Casale Sant’Ermete dall’altro lungo via delle Margherite, costeggiando il centro sportivo, fino ad intersecare il percorso esistente che costeggia il Mavone Grande.

Nel tratto lungo via Sant’Ermete il percorso proseguirà sino agli edifici presenti all’ingresso del ghetto “Casale” dove, a causa di diversi restringimenti, è prevista la realizzazione di marciapiedi per garantire comunque la fruibilità in sicurezza a pedoni e ciclisti. Superato questo tratto, il percorso riprenderà la larghezza di 2,5 metri fino a raggiungere via Marecchiese, dove in prossimità della rotatoria verrà raccordato con il percorso ciclabile esistente lungo la S.P. 258 in direzione Rimini.

“L’approvazione del progetto di fattibilità per la realizzazione di un percorso protetto lungo via Casale Sant’Ermete e la possibilità di candidare l’intervento ai finanziamenti ministeriali – afferma la vice sindaca e assessora ai Lavori pubblici, Pamela Fussi – costituiscono passaggi fondamentali quanto concreti per dotare la frazione di un’opera attesa da tempo, che si inserisce a pieno titolo nei collegamenti frazioni-capoluogo. Il progetto appena approvato rientra infatti nel quadro della programmazione dei lavori pubblici che prevede la realizzazione della passerella sul Marecchia e il completamento della pista ciclabile sulla trasversale Marecchia”.

“Grazie a interventi come questo – aggiunge la vice sindaca – il disegno dell’infrastruttura della rete della mobilità sostenibile prende sempre più forma, mettendo in sicurezza i percorsi casa-scuola come esigenza fondamentale che ha trovato conferma anche nelle consultazioni condotte in occasione della redazione del Piano urbano della mobilità sostenibile”.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/02/04 13:42:23 GMT+1 ultima modifica 2022-02-04T13:42:23+01:00