Sezioni

Scade il 9 dicembre il termine per partecipare al bando da 30mila euro a sostegno delle imprese

Contributi destinati alle attività di vicinato e delle frazioni, le domande online sul sito del Comune

Ancora pochi giorni per le domande di partecipazione al bando da 30mila euro dell’Amministrazione comunale a sostegno delle imprese. Scadono infatti venerdì 9 dicembre i termini per richieste di contributo, da presentare online attraverso il modulo pubblicato sul sito del Comune al link https://bit.ly/imprese22.

I contributi a fondo perduto sono destinati ad attività commerciali di vicinato, pubblici esercizi e artigianato alimentare situati in tutto il territorio – e particolarmente nelle frazioni – che non hanno usufruito delle misure di sostegno relative all’utilizzo del suolo pubblico.

L’Amministrazione comunale ha progettato il nuovo bando – pensato in particolare per le attività di vicinato e quelle delle frazioni – in collaborazione con le associazioni di categoria per sostenere il lavoro e l’imprenditoria del territorio, dopo i provvedimenti analoghi già attuati negli scorsi anni. Mentre non si sono ancora riassorbiti gli effetti negativi della pandemia, infatti, l’incremento dei prezzi dell’energia e delle materie prime ha colpito pesantemente le imprese, in particolare le più piccole, anche sul territorio di Santarcangelo.

Dopo gli sgravi per i pubblici esercizi e le attività di artigianato alimentare che utilizzano il suolo pubblico, il nuovo bando intende dare risposte specifiche ad altre categorie di imprese altrettanto importanti per il tessuto economico santarcangiolese, che si trovano maggiormente in sofferenza e finora non hanno potuto beneficiare di altri contributi.

I requisiti richiesti

Possono accedere ai contributi le ditte individuali e le imprese con sede legale e/o operativa nel Comune di Santarcangelo, attive al 1° gennaio 2022, alla data di scadenza dell’avviso pubblico e alla data di liquidazione del contributo, che esercitano:

  • Attività commerciale di vicinato, con superficie di vendita inferiore a 250 mq (o le maggiori previste per particolari categorie merceologiche) situate nelle frazioni;
  • Attività commerciale di vicinato nel capoluogo con superficie di vendita inferiore a 250 mq (o le maggiori previste per particolari categorie merceologiche) con categoria merceologica diversa dall’alimentare;
  • Attività di pubblico esercizio o artigianato alimentare nelle frazioni e nel capoluogo, senza aver usufruito dell’utilizzo di suolo pubblico.

Per le imprese richiedenti sono previsti anche una serie di requisiti generali indicati nel bando. Per le imprese costituite nel 2022, inoltre, il beneficio sarà rapportato ai mesi effettivi di attività.

Chi non può accedere al fondo

Non possono richiedere il contributo circoli, associazioni ed enti senza scopo di lucro, nonché i titolari di lavoro autonomo diversi da quelli indicati. Sono esclusi dalla possibilità di accedere al contributo, inoltre, i datori di lavoro domestico e le imprese che esercitano attività di “compro oro” o con finalità similari, installazione e/o detenzione di apparecchi da gioco automatici (slot-machines), sale Vlt (video lottery terminal) o altri tipi di scommesse. Sono altresì escluse le imprese di vendita di armi, munizioni e materiale esplosivo, gli istituti bancari, le agenzie di leasing, attività finanziarie e assicurative, le imprese di vendita esclusiva con apparecchi automatici al consumatore finale.

Entità del contributo

Il contributo sarà determinato suddividendo l’importo disponibile in base al numero di domande ammissibili, con un valore massimo di 300 euro a domanda. Se le richieste fossero superiori alle risorse disponibili, l’Amministrazione comunale si riserva di rifinanziare il fondo con risorse aggiuntive o di mettere in atto ulteriori azioni di sostegno a favore delle categorie economiche interessate dal bando.

L’importo del contributo erogato è da considerarsi al lordo della ritenuta del 4 per cento, se e in quanto dovuta. Il totale massimo degli aiuti di questo tipo ottenuti da un’impresa, inoltre, non può superare nell’arco di tre anni i limiti d’importo previsti per le specifiche tipologia d’attività della normativa vigente.

Termine per la presentazione delle domande

È possibile compilare e inviare la domanda entro e non oltre le ore 23,59 di venerdì 9 dicembre 2022. Per informazioni in merito al contenuto del bando è possibile contattare lo Sportello unico delle attività produttive presso il Municipio di Santarcangelo (via Pascoli 2, piano terra) ai seguenti riferimenti: 0541/356303, suap@vallemarecchia.it, suap.valmarecchia@legalmail.it.

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/12/03 12:15:45 GMT+1 ultima modifica 2022-12-03T12:15:45+01:00