Sezioni

Una nuova stagione di eventi culturali all’Arena Sferisterio

In via di definizione il calendario delle iniziative da giugno a settembre

“Santarcangelo, respira la bellezza”: presso l’antico Sferisterio di Santarcangelo tornano anche nell’estate 2021 le iniziative dedicate alla cultura e all’arte, realizzate nel pieno rispetto delle disposizioni igienico-sanitarie.

Dopo il successo dello scorso anno – con un calendario di cinquanta serate e oltre 8mila presenze registrate – Amministrazione comunale e Fondazione Culture Santarcangelo hanno deciso di riproporre uno dei luoghi più suggestivi della città come punto di riferimento privilegiato per gli eventi culturali della stagione estiva ormai alle porte. Uno spazio, quello della grande arena dell’antico gioco del pallone col bracciale, che facilmente si può adattare e adeguare alle disposizioni per il contenimento della diffusione del Covid-19: oltre all’ampio palco dotato di uno schermo cinematografico, una grande pedana in legno ospiterà infatti la platea per gli spettatori, il cui distanziamento sarà assicurato e adeguato alle norme in vigore, con una capienza di circa 200 posti. A completare l’allestimento, un proiettore di qualità cinematografica, camerini, una torre di proiezione, bagni e accessi adatti anche a disabili o persone con necessità particolari.

In via di definizione, invece, il calendario delle iniziative che a partire dalla fine del mese di giugno vedrà il ritorno delle più attese rassegne estive di Santarcangelo – dal Festival dei Teatri che proporrà l’atto finale delle celebrazioni per il cinquantennale alle iniziative dedicate a Tonino Guerra, dal Nòt Film Fest a Calici Santarcangelo, dal Cantiere poetico al Festival dei burattini – ma anche nuove proposte, realizzate dall’Amministrazione comunale e da Focus, insieme alle associazioni e alle realtà culturali del territorio.

“L’Arena Sferisterio sarà anche quest’anno uno spazio aperto e flessibile, eclettico e multidisciplinare, capace di adattarsi alla situazione sanitaria e adeguarsi alle disposizioni che via via arriveranno – afferma la sindaca Alice Parma – ma che è anche in grado di formulare proposte culturali eterogenee e dedicate a target diversi: dai giovani alle famiglie, dagli amanti del teatro a quelli del cinema o della musica”.

“Un calendario di eventi che si inserisce nel contesto di una città viva e vivace come Santarcangelo, costantemente animata anche da iniziative realizzate dalle numerose associazioni del territorio – prosegue la sindaca Parma – e che rappresenta un vero e proprio progetto culturale in grado di mantenere vivo un settore messo a dura prova nel corso di questa pandemia. Un settore, quello culturale, che nella provincia di Rimini conta circa il 6% dell’occupazione totale piazzandola tra le prime venti province italiane proprio anche grazie al fondamentale contributo di Santarcangelo che nel corso degli anni ha costantemente investito in progetti culturali di qualità”.

Nel frattempo, domani (venerdì 23 aprile) un’altra troupe della Rai arriva a Santarcangelo per il nuovo programma Il Mitonauta che realizzerà un servizio dedicato al mito delle grotte e delle Corna di San Martino, che per l’occasione sono state nuovamente appese sotto l’Arco Ganganelli.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/04/22 13:30:00 GMT+1 ultima modifica 2021-04-22T14:29:46+01:00