Sezioni

Canone unico patrimoniale per esposizione pubblicitaria e occupazione di suolo pubblico

Istituito a decorrere dal 1° gennaio 2021

Che cos’è

A decorrere dal 1° gennaio 2021 è stato istituito il canone patrimoniale di esposizione pubblicitaria e occupazione di suolo pubblico, che sostituisce il Canone Unico Patrimoniale (COSAP), l’Imposta Comunale sulla Pubblicità (ICP) e i Diritti sulle Pubbliche Affissioni (DPA). Il canone ha, quindi, una doppia natura: è dovuto per l’occupazione di suolo pubblico e/o per la diffusione di messaggi pubblicitari.

Il presupposto del canone è:

  1. l’occupazione, anche abusiva, delle aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti e degli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico;
  2. la diffusione di messaggi pubblicitari, anche abusiva, mediante impianti installati su aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti, su beni privati laddove siano visibili da luogo pubblico o aperto al pubblico del territorio comunale, ovvero all’esterno di veicoli adibiti a uso pubblico o a uso privato.

Il canone è dovuto dal titolare dell’autorizzazione o della concessione ovvero, in mancanza, dal soggetto che effettua l’occupazione o la diffusione dei messaggi pubblicitari in maniera abusiva; per la diffusione di messaggi pubblicitari, è obbligato in solido il soggetto pubblicizzato.

Il canone è determinato in base alla durata, alla superficie, alla tipologia e alle finalità, alla zona occupata del territorio comunale in cui è effettuata l’occupazione o diffusione di messaggi pubblicitari.

Cosa fare

Chi intende occupare aree e spazi pubblici deve chiedere la relativa autorizzazione agli uffici competenti al rilascio: per le attività economiche allo Sportello Unico per le Attività Produttive, mentre per l’attività edilizia o per traslochi al Servizio Manutenzione Patrimonio.

Chi intende esporre messaggi pubblicitari deve chiedere la relativa autorizzazione allo Sportello Unico per le Attività Produttive.

In caso di esposizione di messaggi pubblicitari non soggette ad autorizzazione, è necessario compilare la comunicazione di occupazione/esposizione, e presentarla al Servizio Fiscalità Locale. Analoga comunicazione dovrà essere presentata in caso di cessazione o di subentro.

Le comunicazioni di cui sopra, potranno essere presentate:

  • direttamente all’indirizzo di posta elettronica certificata del Comune pec@pec.comune.santarcangelo.rn.it (firmate digitalmente, o in mancanza, allegando la scansione di un documento d’identità del sottoscrittore);
  • all’indirizzo di posta elettronica del Servizio Fiscalità Locale: tributi@comune.santarcangelo.rn.it (allegando la scansione di un documento d’identità del sottoscrittore)

Modalità di calcolo e tariffe

Per le occupazioni di suolo pubblico:

  • è applicata la tariffa annua nel caso in cui l’occupazione si protragga per l’intero anno solare;
  • è applicata la tariffa giornaliera nel caso in cui l’occupazione si protragga per un periodo inferiore all’anno solare.

Per le esposizioni pubblicitarie:

  • è applicata la tariffa annua nel caso in cui l’esposizione si protragga per l’intero anno solare;
  • è applicata la tariffa temporanea, in ragione di mese, per ogni mese di esposizione del messaggio pubblicitario.

Con deliberazione di Giunta Comunale n. 19 del 4/3/2021 sono state approvate le Tariffe Canone Unico Patrimoniale per il 2021.

Pubblicità su veicoli

A decorrere dal 1° gennaio 2021 è stato istituito il canone patrimoniale di esposizione pubblicitaria e occupazione di suolo pubblico, che sostituisce i precedenti prelievi del Canone Unico Patrimoniale (COSAP), l’Imposta Comunale sulla Pubblicità (ICP) e i Diritti sulle Pubbliche Affissioni (DPA).

La nuova disciplina del canone per quel che concerne i messaggi pubblicitari esposti all’esterno di veicoli prevede che:

- per i mezzi privati il canone è dovuto al comune in cui il proprietario del veicolo ha la residenza o la sede;

- è obbligato al pagamento il soggetto che utilizza il mezzo per diffondere il messaggio;

- non è dovuto il canone per l’indicazione sul veicolo del marchio, della ditta, della ragione sociale e dell’indirizzo, a prescindere dalle dimensioni di ciascuna iscrizione (in precedenza, nella soppressa Imposta Comunale sulla Pubblicità, era esentata l'indicazione del marchio, della ragione sociale e dell'indirizzo dell'impresa, purché apposta non più di due volte e ciascuna iscrizione non fosse di superficie superiore a mezzo metro quadrato);

- il canone viene calcolato in base alle dimensioni della scritta pubblicitaria non esente e non più forfettariamente in ragione della portata del mezzo.

La comunicazione di esposizione di scritte pubblicitarie sui veicoli deve essere compilata e trasmessa direttamente on-line, cliccando qui

Termini e modalità di pagamento

Il versamento del canone è effettuato contestualmente al rilascio della concessione o dell’autorizzazione all’occupazione o alla diffusione dei messaggi pubblicitari, e, in ogni caso, il versamento deve avvenire prima dell’occupazione del suolo, o dell’esposizione dei messaggi pubblicitari.

Per gli anni successivi al primo, per le occupazioni e per le esposizioni permanenti, la scadenza è fissata al 31 marzo di ciascun anno.

Per l’anno 2021, con deliberazione di Giunta Comunale n. 39 del 15.4.2021 è stata prorogata la scadenza per il pagamento del canone unico al 31.12.2021.

Il versamento del Canone avviene tramite il servizio PagoPa, o direttamente alla tesoreria comunale BANCA INTESA SANPAOLO SPA - IBAN  IT 57 O 03069 13298 100000300141.

Normativa di riferimento

Allegati

In allegato i moduli e gli approfondimenti utili relativi al procedimento.