Sezioni

Tassa sui rifiuti (TARI) - esenzione o riduzione utenze domestiche

Le modalità per richiedere l'esenzione o la riduzione per l'anno 2022 sono le stesse del 2021

Logo servizi online_clicca_testata-01.jpg

Esenzione

Consente di ottenere l’esenzione dal pagamento della Tassa sui Rifiuti (Tari) per la propria abitazione di residenza.

Possono presentare domanda le persone in età superiore ai 65 anni, oppure i nuclei famigliari che comprendano persone totalmente o permanentemente inabili al lavoro o con invalidità non inferiore al 66 per cento (occorre attestazione dell’Azienda Usl) o, infine, i nuclei familiari in condizioni di accertate difficoltà economiche (occorre cioè essere inseriti in un progetto dell'assistente sociale).

È inoltre necessario dichiarare di essere proprietari (o usufruttuari) solo dell’abitazione in cui si risiede, oppure di essere in affitto. Infine, non si devono superare i limiti di reddito Isee (indicatore della situazione economica equivalente) previsti annualmente dall’amministrazione comunale: il limite di reddito Isee è fissato in 13.000 euro.

Riduzione

Consente di ottenere una riduzione fino al 40 per cento sulla Tassa Rifiuti (Tari) per la propria abitazione di residenza (la percentuale di riduzione può variare nel caso di raggiungimento dell'importo stanziato).

La possibilità di presentare domanda è aperta a tutti i contribuenti, purché non siano superati il limite di reddito Isee (indicatore della situazione economica equivalente) previsto annualmente dall’amministrazione comunale: il limite di reddito Isee è fissato in 13.000 euro.

Ai richiedenti che già beneficiano di una delle riduzioni previste da regolamento (agricoltore, via non servita, ecc.) verrà applicata la riduzione più favorevole tra le due, senza possibilità di cumulo.

Cosa fare

Per poter confermare o richiedere le agevolazioni sulla Tassa Rifiuti, al fine di evitare assembramenti e code presso gli sportelli comunali, la procedura è la seguente.

Per chi ha già ottenuto l'esenzione o la riduzione nel 2021

Nella prima rata della Tassa rifiuti, che scade il 16 settembre, verranno confermate d’ufficio le esenzioni e riduzioni già approvate per l'anno 2021.

Per confermare le esenzioni e riduzioni anche per l’anno 2022, occorre quindi recarsi ai Caaf per compilare la certificazione Isee entro il 31 ottobre 2022, senza poi doversi recarsi in comune.

Infatti dopo il 31 ottobre sarà l'Ufficio Tributi a scaricare d'ufficio le certificazioni ISEE dal portale dell'INPS e a verificare la conferma della sussistenza dei requisiti.

Per chi deve presentare la richiesta di esenzione o riduzione per la prima volta

Per le nuove richieste di esenzioni e riduzioni, il cittadino dovrà presentare apposita domanda al Comune entro il 31 ottobre 2022, direttamente online cliccando qui.

Oppure potrà compilare il modulo disponibile in allegato e inviarlo per mail all'indirizzo pec@pec.comune.santarcangelo.rn.it (la casella pec del Comune di Santarcangelo accetta anche mail da caselle non certificate).

Nella seconda rata della Tassa rifiuti, che scade il 16 dicembre, verranno comunicati gli opportuni conguagli sulla base dell'istruttoria dell'Ufficio Tributi.

L’Ufficio Tributi redigerà una graduatoria e solo in caso di diniego verrà recapitata una comunicazione contenente le motivazioni.

Per la compilazione dell’Isee è possibile avvalersi dei centri di assistenza fiscale.

Riferimenti normativi

Delibera di Giunta n. 62 del 19.05.2022

Responsabili di procedimento

Angelica Garattoni tel. 0541/356.251 - Alessia Magnani tel. 0541/356.273

Modulistica

Qui sotto sono disponibili gli allegati relativi al procedimento.